Sabato 13 Febbraio 2016 - 15:00

Fiorentina, Sousa: Contro Inter per noi è come una finale

"Abbiamo lavorato per questo e siamo consapevoli che possiamo competere a livelli alti"

Sousa

"Per noi domani è una finale, non ci regala niente nessuno. Abbiamo lavorato per questo, siamo consapevoli che possiamo competere a livelli alti anche con squadre che hanno investito tanto come l'Inter". "Domani vogliamo offrire una partita di alto livello a chi ama il calcio. L'abbiamo preparata non solo in funzione dell'avversario ma lavorando sul nostro gioco". Così Paulo Sousa, allenatore della Fiorentina, alla vigilia della gara contro l'Inter. Quindi Sousa ha parlato di Nikola Kalinic, in difficoltà negli ultimi tempi: "Ha avuto dei problemi fisici, abbiamo cercato di aiutarlo per migliorarlo e lo sta facendo. E' tecnicamente forte, lavora sempre per la squadra e il gol arriverà prima o poi".

Parlando della squadra nerazurra, Sousa ha dichiarato: "L'Inter è più propositiva rispetto all'inizio, non finalizza tanto ma ha una base. Per questo si espone di più difensivamente e credo pertanto che domani sarà una partita di altissima qualità". Infine sul rapporto fra i tifosi e la proprietà dei Della Valle, il tecnico lusitano ha concluso: "I tifosi sono sempre stati vicini alla squadra, come la proprietà. E questo è l'unico modo per continuare a competere ad alti livelli".

"Non esistono problemi fra me e la società. Io capisco come escano queste cose, a cui comunque non do tanta importanza", ha proseguito l'allenatore della Fiorentina provando a smontare le voci su possibili dissapori con la società. "Non è successo nulla. Fin dal primo giorno ho fatto conoscere alla proprietà come sono fatto e l'unico modo che conosco è essere onesto e costruttivo", ha aggiunto il tecnico portoghese.

Sui suoi obiettivi attuali e futuri, Sousa ha poi dichiarato: "Progetti nel calcio sono sempre pochi, il mio è migliorare le performance individuali dei giocatori sul piano tecnico tattico, fisico ma anche mentale. Questa è la base per vincere, giocare bene ed essere migliori degli altri non è sufficiente. Si deve vincere".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Per i red devils a segno il solito Ibrahimovic

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Le reti all'8' di Karelis, al 25' di Bailey, al 61' di Buffel e al 65' di Politano

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge Astra 4-0

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge l'Astra 4-0

A decidere le reti di Strootman, Fazio, Salah e l'autogol di Fabricio

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Nuova debacle per la squadra di De Boer, che chiude in dieci per l'espulsione di Ranocchia