Lunedì 29 Febbraio 2016 - 23:30

Fiorentina-Napoli 1-1, pagelle: Tello incontenibile, Insigne è spento

Tatarusanu salva i viola, Astori un muro. Allan stecca

Tatarusanu

Le pagelle di Fiorentina-Napoli 1-1, incontro valido per la 27/a giornata di Serie A.

FIORENTINA

 

Tatarusanu 7: non immune da colpe sul gol di Higuain. Si riscatta alla grande nella ripresa opponendosi a Callejon e il 'Pipita' e nel finale ad Insigne.

 

Roncaglia 6: attento e sempre lucido.

 

Rodriguez 6: nella ripresa trova la chiave per disinnescare l'attacco atomico del Napoli, qualche sbavatura nella ripresa.

 

Astori 7: la colonna del trio difensivo di Sousa. Dalle sue parti non si passa.

 

Alonso 6: come infiammare, e gelare il proprio pubblico nel giro di un minuto. Porta in vantaggio la Viola e regala sciaguratamente il pareggio ad Higuain. Nel complesso però la prestazione è positiva.

 

Vecino 6: soprattutto nella ripresa si lotta molto a centrocampo e riesce a districarsi bene.

 

Badelj 7: per Sousa, ormai, un intoccabile e in gare come questa se ne comprendono le ragioni (45' st Ilicic sv).

 

Tello 6,5: ispiratissimo, i suoi guizzi sono una spina al fianco del Napoli. La traversa gli nega la gioia del gol.

 

Borja Valero 6,5: la sua saggezza da veterano è fondamentale nella mediana viola.

 

Mati Fernandez 6: discontinuo (24' st Bernardeschi 6: a sorpresa parte dalla panchina, non riesce ad incidere nei minuti concessi da Sousa).

 

Kalinic 6: non è più il Re Mida di prima parte di stagione, e la fortuna - vedi traversa - non gli sorride. Però, nonostante gli manchino i rifornimenti, è il solito lottatore.

 

 

NAPOLI

 

Reina 6: Incolpevole sul gol e poi sempre attento. Dove non arriva lui, ci pensa la traversa.

 

Hysaj 5,5: resta rintanato nella sua tana e si fa vedere poco, sorpreso dal cross che porta alla rete di Alonso.

 

Koulibaly 6: distratto ed in affanno nel primo tempo. Si risolleva nella ripresa con un paio di anticipi da applausi.

 

Albiol 6: vale il discorso fatto per il compagno di reparto.

 

Ghoulam 5: Serataccia. Tello è il suo incubo, gli sguscia via da tutte le parti.

 

Jorginho 5,5: manca il suo fosforo. I viola pressano alto e gli impediscono di ragionare.

 

Allan 5: perde parecchi duelli a centrocampo e sbaglia molto in fase di impostazione (22' st Lopez 6: più quantità che qualità).

 

Hamsik 6: il 'salvagente' di Jorginho, quando il gioco si fa duro. Ripresa proiettata all'attacco.

 

Callejon 6: regala profondità e la condisce con fiammate a fasi alterne, e la più pericolosa gli viene spenta da Tatarusanu (32' st Mertens 6: in pochi minuti rischia l'Oscar come miglior attore protagonista. Regala ad Insigne la palla per la possibile vittoria).

 

Higuain 6,5: un gol che più facile non si può, resta spesso imbrigliato nella morsa dei centrali viola ma si conferma sempre una minaccia (45' st Gabbiadini sv).

 

Insigne 5: alla manovra offensiva degli azzurri mancano i suoi guizzi. Inconcludente.

Scritto da 
  • Attilio Celeghini
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Champions League - Napoli Press Conference

Sarri, il dubbio Insigne e la nona sinfonia del Napoli

Azzurri in cerca di riscatto dopo la sconfitta rimediata martedì sera in Champions contro il Manchester City

Champions League, Manchester City vs Napoli

Champions League, non basta Diawara: City-Napoli è 2-1

Guardiola vince grazie alle reti di Sterling e Gabriel Jesus. Delusione per gli azzurri, con Mertens che sbaglia un rigore

Champions League: Napoli in coonferenza stampa

Napoli: Sarri, la Champions e l'esame dal maestro Guardiola

Il match con il Manchester City all'Ethiad Stadium è l'ennesima prova di maturità per gli azzurri

Guardiola loda il Napoli: "Mi piace vederlo in campo, imparo molto"

Guardiola loda il Napoli: "Mi piace vederlo in campo, imparo molto"

Ma De Laurentiis non si fida: "Sono dichiarazioni che mi preoccupano, non vorrei che i suoi complimenti deconcentrassero i giocatori"