Giovedì 27 Luglio 2017 - 12:15

Francia nazionalizza cantieri Stx e Fincantieri crolla in Borsa

Il ministro del Tesoro Le Maire martedì prossimo a Roma incontra Padoan e Calenda che definiscono grave la decisione

Handout photo of a close-up look of the future USS Sioux City LCS at the Fincantieri/Marinetter Marine Corp shipyard in Marinette, Wisconsin

La Francia nazionalizzerà Stx. Poco dopo l'indiscrezione del quotidiano francese Le Monde, in conferenza stampa il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire ha annunciato che la Francia ha preso la decisione di esercitare il diritto di prelazione su Stx. Il ministro martedì prossimo sarà a Roma per discutere la questione con i ministri Pier Carlo Padoan e Carlo Calenda. "Abbiamo un solo obiettivo - ha annunciato Le Maire- difendere gli interessi strategici della Francia". Il costo dell'operazione, ha anticipato il ministro, sarà di 80 milioni di euro e sarà presa in carico dall'Agenzia delle parecipazioni statali. In un tweet postato sul proprio profilo ufficiale pochi minuti dopo la fine della conferenza stampa Le Maire ha ribadito che "la decisione di prelazione che prendiamo è temporanea, per darci il tempo per una migliore negoziazione e per un buon accordo".

"Riteniamo grave e incomprensibile la decisione del governo francese - hanno invece commentato Padoan e Calenda - di non dare seguito ad accordi già conclusi. Accordi che garantivano la tutela dei livelli occupazionali in Francia e del know-how francese attraverso una governance equilibrata e in una prospettiva autenticamente europea". "Riteniamo che a fronte degli impegni già assunti da Fincantieri a tutela degli interessi francesi non sussista alcun motivo perché la società italiana, leader del settore, non possa detenere la maggioranza di Stx, società fino ad oggi sotto controllo di un gruppo coreano per i due terzi del capitale sociale", proseguorno i titolari dell'Economia e dello Sviluppo economico, "riceveremo il ministro Le Maire martedì prossimo a Roma e ascolteremo la proposta del Governo francese partendo da questo punto saldo. Nazionalismo e protezionismo non sono basi accettabili su cui regolare i rapporti tra due grandi paesi europei. Per realizzare progetti condivisi servono fiducia e rispetto reciproco".

Intanto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha ricevuto una telefonata del presidente francese Emmanuel Macron. Al centro del cordiale colloquio i temi migratori, la Libia e la questione Fincantieri. Nel colloquio, secondo quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, sono state ribadite posizioni distinte sulla partita Fincantieri, ma nessun gelo tra i due Paesi. I negoziati, insomma, non sono chiusi. Se ci sono margini, tuttavia, si vedrà martedì nell'incontro tra Le Maire, Padoan e Calenda.

La notizia della nazionalizzazione Stx, inizialemnte data come indiscrezione da Le Monde, aveva già fatto crollare in borsa Fincantieri, in trattative per acquisire il cantiere di Saint-nazaire: -2,82%. Poco prima della notizia del giornale francese, Castaner aveva dichiarato: "i partner italiani sono importanti per noi. Stiamo conducendo una forma di negoziazione, vogliamo riaffermare gli interessi della Francia".

"Dopo la Libia Macron ha giocato un altro brutto scherzo al governo Renzi-Gentiloni, nazionalizzando i cantieri navali Stx con decisione immediata, in piena violazione delle regole sull'asta vinta da Fincantieri e della normativa europea sugli aiuti di stato". Così su Facebook il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta. "La perdita di business per l'Italia potrebbe ammontare a circa 40 miliardi di euro. Rischiamo di perdere il petrolio libico e la cantieristica se il nostro presidente del Consiglio non si farà sentire immediatamente a tutti i livelli - aggiunge Brunetta - In compenso, prima di lui, l'attuale segretario del Partito democratico aveva già lasciato prendere ai francesi il controllo di Unicredit e Telecom. La sinistra non è in grado di difendere i nostri asset".

Anche Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, commenta le scelte di Macron, arrivando a Montecitorio: "Sulla vicenda Fincantieri Stx ci aspettiamo una chiara e immediata presa di posizione della Commissione europea. Se questo è il nuovo corso della Francia mi pare evidente che si vada verso un periodo buio e difficile della storia europea. Da anni l'asse delle politiche europee tende a destra, a scapito del progetto comune; questi primi mesi di Macron, il rafforzamento della direttrice Parigi-Berlino e i silenzi della commissione lo confermano. La sinistra europea non può restare a guardare. Ai nazionalisti bisogna spiegare che ad un protezionismo si risponde con un altro protezionismo. E sarebbe l'inizio della fine".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Francoforte, convegno BCE

Draghi: "Ripresa solida e ampia, ma inflazione non convincente"

Il presidente della Bce parla in audizione di fronte alla commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo

Aeroporto di Torino Caselle

Alitalia, Delrio: "Lufthansa fa i suoi interessi, pensiamo al turismo"

Il ministro dei Trasporti avverte i tedeschi: "I patti siano chiari"

Senato, Paolo Gentiloni riferisce sul prossimo consiglio europeo del 19 e 20 Ottobre

Decreto fiscale, via libera al Senato. Tutte le novità del testo

Ora la parola spetta alla Camera dove non dovrebbe subire modifiche