Lunedì 21 Novembre 2016 - 10:45

Financial Times: Con vittoria del No, Italia uscirebbe dall'euro

Lo scrive l'associated editor Wolfgang Münchau in vista della consultazione

Financial Times: Se vince NO, Italia potrebbe uscire da euro

"Se Matteo Renzi, il primo ministro italiano, perdesse il suo referendum costituzionale del 4 dicembre, mi aspetterei una sequenza di eventi che solleverebbe domande sulla partecipazione italiana all'eurozona". Lo scrive l'associated editor Wolfgang Münchau sul Financial Times, precisando che le cause che stano dietro a questa "possibilità estremamente disturbante" non hanno nulla a che fare col referendum in sé, ma sono da ricercarsi nelle cattive performance fatte registrare dall'economia italiana dall'adozione della moneta unica nel 1999 e dal "fallimento della Ue nel costruire una unione economica e bancaria appropriata dopo la crisi dell'eurozona del 2010-2012". Due fattori che, in combinazione, hanno portato alla crescita del populismo nell'eurozona. In quest'ottica, spiega Münchau, "il referendum conta perché potrebbe accelerare il percorso verso l'uscita dall'euro", che vede favorevoli le opposizioni italiane.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Raggi incontra la famiglia marocchina cacciata da San Basilio

Raggi incontra la famiglia marocchina cacciata da San Basilio

Mourad, la moglie e i figli sono stati costretti ad abbandonare una casa popolare dopo la rivolta dei vicini

Prima giornata da ex premier per Renzi: Oggi faccio l'autista

Prima giornata da ex premier per Renzi: Oggi faccio l'autista

Il segretario dem torna a Pontassieve e si dedica alla famiglia

Quirinale - Consultazioni

Consultazioni al via con le alte cariche. Mattarella insiste sul reincarico

Obiettivo del capo dello Stato arrivare ad un Governo in carica entro il 15 dicembre, pronto per affrontare il Consiglio europeo

Quirinale - Consultazioni

Crisi di governo, al via le consultazioni: al Colle Grasso, Boldrini e Napolitano

Sabato la giornata più calda con le delegazioni di Pd, Lega, Forza Italia e M5S al Quirinale