Sabato 23 Dicembre 2017 - 08:45

Filippine, tempesta tropicale su Mindanao: oltre 200 i morti

Il sud del Paese devastato da frane e alluvioni. Decine di dispersi

Filippine, tempesta tropicale a  Cagayan de Oro

Oltre 200 morti e decine di dispersi. È questo il bilancio del passaggio della tempesta tropicale Tembin nel sud delle Filippine, che ha provocato alluvioni, frane e inondazioni nell'isola di Mindanao, la seconda più grande dell'arcipelago. La tempesta ha colpito soprattutto, venerdì sera, la zona nordoccidentale di Mindanao, e si dirige adesso verso l'isola di Palawan, nell'ovest del Paese, dove è stata innalzata l'allerta.

Il servizio meteorologico delle Filippine, Pagasa, nel suo ultimo bollettino indica che la tormenta, che chiama Vinta, si sta dirigendo rafforzata verso Palawan, dove poterà piogge tra moderate e forti, accompagnate da venti a 80 chilometri orari. E invita per questo la popolazione dell'isola di Palawan a prendere precauzioni in vista di possibili alluvioni. Il Pagasa prevede poi che la tempesta abbandonerà l'arcipelago delle Filippine e si addentrerà domenica mattina nel Mar cinese meridionale.

La provincia più colpita è quella di Lanao del Nord, con almeno 62 morti e diversi danni materiali, che hanno portato il governo provinciale a dichiarare lo stato di emergenza. A mezzogiorno la vice-governatrice provinciale, Maria Cristina Atay, ha allertato che i morti potrebbero salire fino a 80 quando le squadre di salvataggio avranno terminato il recupero dei corpi, secondo quanto riporta la televisione Abs-Cbn. Le zone più colpite si concentrano in 11 Comuni della provincia, dove l'innalzamento delle acque ha costretto a evacuare oltre 19mila persone, che sono state trasferite in 30 centri di accoglienza.

Loading the player...

Altra provincia colpita è quella di Zamboanga del Nord, a ovest di Lanao del Nord, dove sono stati registrati almeno 47 morti e 15 dispersi. La portavoce dell'Agenzia nazionale per la prevenzione dei disastri, Romina Marasigan, riferisce che 18 delle vittime sono morte annegate a Sibuco, mentre altre 17 sono rimaste uccise a Guatalac a causa di smottamenti. Otto persone sono morte inoltre a Salug, dove sono stati inghiottiti dall'acqua mentre, durante l'evacuazione, hanno provato a rientrare in casa per recuperare alcuni oggetti.

Vittime inoltre nella provincia di Lanao del Sud: sono almeno 18, ma le autorità si aspettano che il bilancio peggiorerà man mano che le squadre di soccorso arriveranno nelle zone isolate e di difficile accesso. E cinque persone sono morte poi nella provincia di Bukidnon, nell'area centrale di Mindanao.

Tembin è giunta nelle Filippine due giorni dopo che un'altra tempesta tropicale, Kai-Tak, aveva colpito la regione centrale dell'arcipelago, provocando 41 morti e 45 dispersi e costringendo decine di migliaia di persone a lasciare le loro case. Kai-Tak ha provocato inoltre danni a infrastrutture e agricoltura per circa 1.500 milioni di pesos, pari a circa 29 milioni di dollari.

Fra 15 e 20 tifoni colpiscono ogni anno le Filippine durante la stagione delle piogge che, in generale, comincia a maggio o giugno e si conclude a novembre o dicembre. Il tifone Haiyan, uno dei più potenti mai registrati nelle Filippine, colpì il Paese a novembre del 2013 con raffiche di vento fino a 315 chilometri orari e si lasciò dietro 6.300 morti e oltre mille dispersi, oltre che 14 milioni di persone che hanno dovuto fare i conti con danni materiali.

Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bruxelles, Mark Zuckerberg al parlamento europeo

Facebook, Zuckerberg si scusa all'Ue. "No ingerenze in future elezioni"

Il fondatore del social network al Parlamento europeo. Tajani: "Monitoreremo"

Donald Trump riceve il presidente sudcoreano Moon Jae-in alla Casa Bianca

Nord Corea, Trump: "Possibile un rinvio del vertice con Kim"

L'incontro tra il presidente Usa e il leader nordcoreano è fissato per il 12 giugno a Singapore

Usa, il senato conferma Gina Haspel come direttore della CIA

Dazi, dopo la pace con gli Usa la Cina taglia tariffe su import auto

E intanto si avvicina la data in cui anche l'Unione Europea saprà la decisione di Trump

Siria, sette anni di guerra civile

Iraq, jihadista belga condannato a morte per appartenenza all'Isis

Nella prima udienza presso il tribunale di Baghdad si era dichiarato innocente