Mercoledì 23 Dicembre 2015 - 09:45

File sharing, il fondatore di Megaupload estradato negli Usa

Il tedesco Kim Dotcom è accusato di violazione del copyright e riciclaggio di denaro

Il fondatore di Megaupload Kim Dotcom

L'imprenditore tedesco Kim Dotcom, creatore del popolare sito di scambio di file Megaupload, ha perso un'importante battaglia legale: verrà estradato dalla Nuova Zelanda agli Stati uniti con le accuse di violazione del copyright e riciclaggio di denaro. La decisione di estradarlo, presa da una corte di giustizia neozelandese, segna una vittoria degli Stati uniti, anche se Dotcom ha promesso di ricorrere in appello.

 

"Sono deluso", ha detto Dotcom ai giornalisti lasciando la corte, a quattro anni dall'operazione di polizia nella sua casa di Auckland che, su ordine dell'Fbi americano, portò alla chiusura del popolare sito di file sharing. Secondo le autorità americane, il creatore di Megaupload, accusato assieme a tre collaboratori, avrebbe danneggiato i grandi produttori cinematografici per oltre 500 milioni di dollari, generando un profitto per se stesso di 175 milioni. Secondo l'accusa, Dotcom e i suoi collaboratori pagarono o incoraggiarono gli utenti a caricare film registrati illegalmente e musica piratata per generare profitti. Contro la decisione del giudice Nevin Dawson, comunque, i legali ricorreranno in appello. "Pensiamo che il giudice si sbagli", ha dichiarato a Reuters Ira Rothken, avvocato di Dotcom. Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, La ludoteca Ore Felici in via delle Forze Armate 103

Se una banca si trasforma in ludoteca: il gioco da tavolo diventa solidale per Telethon

Appuntamento sabato 16 dicembre, dalle 10 alle 22, per "Ludo-banca: ci divertiamo... seriamente", un evento Bnl per scoprire nuovi giochi di società e finanziare la ricerca scientifica

KAZ, ISS Expedition, 52. Langzeitbesatzung der Internationalen Raumstation

Spazio, Paolo Nespoli torna sulla Terra: atterrata la navetta Souyz

L'astronauta torna a casa dopo 139 giorni di missione nella base spaziale

Un altro successo per Ariane 5. Lanciati nello spazio 4 satelliti Galileo

Sesta missione positiva nel 2017. I satelliti collocati perfettamente. Soddisfazione Avio (che produce i motori a propulsione solida): "Siamo player di riferimento per i lanciatori. Va avanti lo sviluppo del nuovo Vega C"

Facebook annual Year in Review data

La svolta fiscale di Facebook: "Pagheremo tasse nei Paesi in cui realizziamo i ricavi"

Da ora in poi i ricavi pubblicitari del social network di Mark Zuckerberg non saranno più interamente contabilizzati nella sede internazionale di Dublino