Venerdì 10 Novembre 2017 - 15:00

Fifa presenta il pallone di Russia 2018: rivive il Telstar di Messico '70

Veste e tecnologia più moderne per reinventare il modello classico

Il pallone di Russia 2018 - Foto tratta dal profilo Twitter della Fifa

Il Telstar, lo storico pallone adatto alle riprese televisive, realizzato in occasione della Coppa del Mondo 1970 rivivrà come pallone ufficiale del Mondiale 2018 in Russia. La scelta è stata svelata direttamente dalla Fifa. I Telstar 18, realizzati da Adidas che aveva già fornito tutti i palloni per Messico '70, sono "una reinvenzione del modello classico con un nuovo design del marchio e la tecnologia più moderna".

 

 

La Fifa spera che possa essere più popolare dei palloni precedenti. Alcuni giocatori hanno criticato il Teamgeist, utilizzato al torneo del 2006, ritenuto troppo leggero e con una prestazione molto diversa con la superficie bagnata. Il Jabulani, utilizzato nel 2010, è stato paragonato ad un pallone da spiaggia del portiere spagnolo Iker Casillas e a una palla 'supermercato' del Julio Cesar del Brasile, mentre la Brazuca del 2014 ha ricevuto più apprezzamenti.

Il Telstar originale presentava 32 pannelli pentagonali separati, di cui dodici neri per renderlo più visibile nelle trasmissioni televisive in bianco e nero. Tra gli altri modelli utilizzati si ricordano il Tango (1978), il Tango Espana (1982), l'Azteca (1986), l'Etrusco di Italia '90, Questra (1994), Tricolore (1998) e Fevernova (2002).

"Il Telstar 18 evoca ricordi indimenticabili della Coppa del Mondo Fifa 1970 e di leggende come Pelè, Gerd Mueller, Giacinto Facchetti, Pedro Rocha e Bobby Moore", ha dichiarato il massimo organismo calcistico internazionale.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nazionale, Ancelotti dice no alla panchina. Il procuratore: "Non è interessato"

Tavecchio in un'intervista alle 'Iene': "La debacle è tecnica, non dormo da quattro giorni"

(SP)ITALY-MILAN-FOOTBALL-FIFA WORLD CUP QUALIFIER-ITALY VS SWEDEN

Nazionale, Ventura: "Profondo dispiacere, ma le sconfitte non hanno una sola verità"

L'ex ct azzurro parla per la prima volta dopo l'esonero: "Il mio successore riporti l'Italia in alto"

La Nazionale e gli scenari futuri: all'Italia che verrà serve ancora Buffon

Un nuovo capitolo a Coverciano per il portierone? Magari non subito, ma l'ipotesi inizia a farsi strada dopo il caos post Svezia

Nazionale, si punta su Ancelotti: Carletto il sogno per dopo-Ventura

E' l'ex tecnico del Bayern il candidato numero uno per la rinascita. Ma la strada per accalappiarsi un big come lui non è affatto in discesa