Giovedì 25 Febbraio 2016 - 13:15

Fifa, l'identikit del candidato francese Jerome Champagne

Il dirigente tenta l'assalto al vertice del calcio, per lui no alla Coppa del Mondo "a 40 a squadre"

Jerome Champagne

Jerome Champagne è nato a Parigi il 15 giugno 1958, il 57enne dirigente francese ha ricoperto importanti ruoli dirigenziali in seno alla Fifa prima di lasciare nel 2010. È stato il primo a candidarsi ufficialmente alle elezioni presidenziali del 2015 ma successivamente è stato costretto a ritirarsi per non aver ottenuto l'appoggio delle cinque Federazioni necessario per poter gareggiare. Ha completato i suoi studi presso  l'Istituto di scienze politiche di Parigi e l'Istituto di lingue orientali. Dal 1983 ha lavorato per il Ministero degli affari esteri francese e durante la sua carriera di diplomatico ha lavorato a Muscat nel Sultanato dell'Oman, l'Avana, Parigi, Los Angeles e Brasilia. Vice console generale a Los Angeles dove, durante la Coppa del Mondo 1994 negli Stati Uniti, ha incontrato i leader del Comitato Organizzatore per la Coppa del Mondo 1998 in Francia, tra cui Michel Platini e successivamente ha conosciuto Sepp Blatter. Nel 1997 ha iniziato a lavorare per il Comitato organizzatore della Coppa del Mondo 1998 come consigliere diplomatico e capo del protocollo sotto Platini.

Blatter, allora segretario generale della Fifa, lo vuole come suo consulente internazionale quando è diventato presidente nel 1998. Champagne è sempre stato molto legato a Blatter e non lo ha mai criticato pubblicamente, nonostante abbia più volte chiesto importanti riforme per la Fifa. Il dirigente francese si è rapidamente affermato come uno dei più influenti membri dell'organizzazione, coinvolto in una serie di iniziative tra cui costruire migliori relazioni con l'Unione europea, il Comitato olimpico internazionale, FIFpro - il sindacato giocatori internazionali - e molte altre. Vice segretario generale della Fifa tra il 2002 e il 2005, è stato direttore delle relazioni internazionali dal 2007 fino a quando ha lasciato la Fifa nel 2010 in aperta polemica. Dal 2010, Champagne ha lavorato come consulente calcistico indipendente a livello internazionale, spesso in collaborazione con la Fifa e ha contribuito a mediare una nuova iniziativa a Cipro coinvolgendo le Federazioni greca a turca che hanno firmato una dichiarazione lo scorso novembre con l'obiettivo di unificare il calcio sull'isola per la prima volta dal 1955. Champaghe ha anche lavorato per il riconoscimento del Kosovo, che ora può giocare le amichevoli internazionali anche se non è ancora un membro della Fifa.

Nel 2012 ha pubblicato un documento di 26 pagine dal titolo 'Quale Fifa per il XXI secolo?'. I punti chiave del suo manifesto elettorale sono il no all' espansione della Coppa del Mondo a 40 squadre. Promette di riorganizzare l'attuale sistema di sovvenzioni della Fifa, che vede le Federazioni più ricche ottenere gli stessi fondi dei più poveri. Champagne propone di devolvere la maggior parte dei fondi a disposizione ai membri più poveri.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inghilterra, Allardyce licenziato da Fa dopo scoop 'Telegraph'

Inghilterra, Allardyce licenziato da Fa dopo scoop 'Telegraph'

Il tecnico è rimasto coinvolto in un'inchiesta sulla presunta corruzione nel calcio inglese

Chelsea, Abramovich rassicura Conte: A gennaio rinforzi in difesa

Chelsea, Abramovich rassicura Conte: A gennaio rinforzi in difesa

Per l'allenatore italiano un budget consistente per rafforzare la retroguardia

Neymar in Sporting Gijon vs Barcellona - Liga

Liga, Barça vince senza Messi. Real fermato dal Las Palmas

Doppietta di Neymar nel 5-0 al Gijon. I Blancos di Zidane restano primi in classifica

Conte in Arsenal vs Chelsea - Premier League

Premier League, Conte, Ranieri e Guidolin ko, City inarrestabile

Chelsea sconfitto per 3-0 dall'Arsenal, Swansea battuto dalla squadra di Guardiola. Primo gol per Pogba con lo United, Leicester travolto