Giovedì 25 Febbraio 2016 - 13:30

Fifa, identikit del candidato africano Tokyo Sexwale

E' entrato nel mondo del calcio in occasione dei Mondiali del 2010 quando fu inserito nel board del Comitato Organizzatore della Coppa del Mondo, al termina della quale Sepp Blatter lo invitò a far parte di svariati comitati della Fifa

Tokyo Sexwale

Tokyo Sexwale è nato a Soweto, in Sudafrica, il 5 marzo 1953, ed è cresciuto durante il periodo di lotta al regime dell'apartheid. E' stato uno dei leader degli studenti fuggiti in esilio e si è unito alla resistenza armata dell'African National Congress, ricevendo una formazione in Russia. Nel tentativo di rientrare nel suo paese è stato catturato e condannato a 18 anni per reati di terrorismo. Trascorse il suo periodo di prigionia a Robben Island, dove fu incarcerato anche Nelson Mandela.

Dopo 13 anni è stato rilasciato ed eletto nel comitato esecutivo dell'African National Congress, il più importante partito politico sudafricano fondato ai tempi della lotta all'apartheid. Nel 1994, dopo le prime elezioni democratiche del Sudafrica, è stato messo a capo della provincia del Gauteng, il cuore industriale del paese che include anche la capitale Pretoria e Johannesburg, il centro economico di maggior spicco. Ha abbandonato la sua posizione quattro anni dopo per entrare nel mondo degli affari, in particolare nel settore minerario. Diventato ministro sotto il governo Zuma nel 2009, è stato rimosso in un rimpasto di governo dopo aver sfidato la leadership del partito.

E' entrato nel mondo del calcio in occasione dei Mondiali del 2010 quando fu inserito nel board del Comitato Organizzatore della Coppa del Mondo, al termina della quale Sepp Blatter lo invitò a far parte di svariati comitati della Fifa, incluso quello allestito per provare a risolvere le questioni calcistiche tra Israele e Palestina. Pur non avendo ricevuto il sostegno della CAF (la Confederazione Africana del Calcio), che ha appoggiato ufficialmente il mese scorso il presidente della federazione asiatica Sheikh Salman, Sexwale nel suo programma elettorale ha promesso più posti nel Mondiale ai paesi africani ed ha aperto a  un'eventuale sponsorizzazione sulle maglie della nazionale per aumentare le entrate delle federazioni. L'uomo d'affari sudafricano non si è espresso in merito a novità da introdurre per evitare altri scandali legati alla corruzione ma ha promesso un contatto diretto con ogni federazione in caso di elezione.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Messi diventerà papà per la terza volta

La moglie Antonella Roccuzzo è in dolce attesa: è lei stessa a confermarlo con una tenera foto su Instagram

Pochettino contro Guardiola: "Ha mancato di rispetto al Tottenham"

Pochettino contro Guardiola: "Ha mancato di rispetto al Tottenham"

Il manager degli Spurs non ha gradito le parole del tecnico del City che ha definito il club "la squadra di Harry Kane"

Real Madrid, Zidane sicuro: "Io al Barça? No, ho il cuore Blanco"

Real Madrid, Zidane sicuro: "Io al Barça? No, ho il cuore Blanco"

Sul big match fra Atletico e Barcellona, Zizou dice: "Io penso a vincere contro il Getafe"

Barcellona vs Las Palmas - La Liga

Il Var sbarca nella Liga dalla stagione 2019/20

Per il momento la video assistenza per gli arbitri sarà testata in Coppa del Re