Mercoledì 02 Novembre 2016 - 16:45

Fico: In Rai tetto di stipendio a 240mila euro anche per conduttori e star

L'affondo del Presidente della Commissione di Vigilanza Rai

Fico: In Rai tetto di stipendio a 240mila euro anche per conduttori e star

 "Sarebbe stupendo se il tetto degli stipendi Rai fosse applicato anche alle star e ai conduttori, secondo me andrebbe applicato a tutti". Così Roberto Fico, deputato M5S e Presidente della Commissione Vigilanza Rai, oggi al programma di Radio1 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari.  C'è un mercato, però, nel mondo radiotelevisivo, e forse il tetto di 240mila euro è troppo limitato. "240mila non è male come stipendio, la Rai deve dare il valore aggiunto di lavorare per questa azienda. Ci si fa anche un nome lavorando in Rai e poi ci si può andare a vendere sul mercato". C'è chi però un nome ce lo hai già quando arriva in Rai..."Può lavorare in Rai a quelle sono le cifre. In una tv pubblica, che paghiamo tutti, cerchiamo di mantenere uno standard". Quindi lei ne è convinto: taglierebbe i compensi senza troppi problemi. "Faccio un esempio: il dg della Rai guadagna 650mila euro lordi - ha detto Fico a Radio1 Un Giorno da Pecora -, ma la Rai adesso dovrà abbassare gli stipendi a tutti, anche a lui, al tetto di 240mila euro". Quindi abbasserebbe i compensi a tutte le star, dalla Clerici a Fazio? "Si, e anche Bruno Vespa, a 240mila euro".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Consip, Renzi: Voglio sentenza veloce, non cediamo parola onestà

Consip, Renzi: Voglio sentenza veloce, non cediamo parola onestà

"Gli altri politici quando hanno un problema lo nascondono"

Migranti, Corte Conti Ue: In Italia strutture inadeguate

Migranti, Corte Conti Ue: In Italia strutture inadeguate

"Il sistema basato su hotspot ha consentito progressi"

Divisioni nel giorno del 25 aprile, Mattarella: Mai più fascismo e mai più guerre

25 aprile, Mattarella: Ricordiamo senza odio e senza rancore /FOTO

A Roma il ricordo della Liberazione sfila in cortei divisi. A Milano tensioni tra antifascisti e militanti di destra

Liberazione, Mattarella ricorda i 5mila volontari della Brigata Ebraica

Liberazione, Mattarella ricorda i 5mila volontari della Brigata Ebraica

Nel corso delle celebrazioni del 25 aprile nel teatro comunale di Carpi