Venerdì 16 Settembre 2011 - 11:06

Fiat, immatricolazioni agosto Ue -7,6%

fiat

Torino, 16 set. (LaPresse) - Calano le vendite di Fiat. Ad agosto in Europa (Paesi Ue più Efta) il Lingotto ha immatricolato 45.585 vetture, il 7,6% in meno rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Secondo i dati dell'Acea, l'associazione europea dei produttori di auto, nei primi otto mesi dell'anno la Fiat ha immatricolato poco più di 667mila auto, il 12,5% in meno rispetto allo stesso periodo del 2010.

Mentre i numeri di Fiat presentano il segno meno, quelli del mercato vanno in direzione opposta: ad agosto, infatti, le immatricolazioni di auto in Europa sono aumentate del 7,7% rispetto allo stesso mese del 2010, contro la flessione di luglio pari al 2% su base annua. Negativo però il dato sui primi otto mesi dell'anno: sono state immatricolate 8 milioni e 889mila auro, in calo dell'1,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

"Va messo in evidenza - commenta il Lingotto in una nota - che Fiat Group Automobiles sta attraversando una fase di profondo rinnovamento della gamme dei propri marchi. Alle recenti commercializzazioni della Lancia Ypsilon e della Fiat Freemont faranno seguito le Lancia Thema e Voyager e la nuova Fiat Panda: esposte al salone dell'auto che si sta svolgendo in questi giorni a Francoforte, saranno commercializzate nei prossimi mesi".

Pesano sui dati complessivi del Lingotto il calo delle vendite delle auto a marchio Fiat, poco meno di 33mila ad agosto (-11,9% rispetto allo stesso mese del 2010). "Positivi risultati" arrivano però per il brand, spiega il costruttore, "da alcuni mercati importanti come Germania e Regno Unito", dove sono aumentati i volumi di vendita in agosto rispettivamente del 4,1% e del 34,3%. "I modelli di punta del marchio - aggiunge Fiat - continuano a essere nelle posizioni di vertice delle classifiche di vendita. Panda e 500 sono le vetture più vendute del segmento A in Europa: insieme hanno quasi il 30 per cento di quota nell'anno. La Punto rimane stabilmente nella top ten del segmento B e in luglio ha incrementato le vendite in Germania del 71,8 per cento. Qubo e Doblò nel segmento dei multispazio ottengono insieme una quota europea del 16 per cento nei primi otto mesi del 2011".

"Decisamente positiva", invece, sottolinea ancora il Lingotto, l'estate per Lancia/Chrysler, che aumenta sensibilmente le immatricolazioni sia in luglio sia in agosto, rispettivamente dell'1,2 e del 13,4 per cento. Nei primi otto mesi dell'anno Lancia/Chrysler ha immatricolato quasi 70mila vetture, per una quota dello 0,8 per cento. Oltre alla crescita record in Italia del 20,7 per cento, Lancia/Chrysler ha ottenuto ottimi risultati anche nel Regno Unito (volumi in aumento del 178,6 per cento in agosto), in Spagna (+6 per cento in agosto), in Francia (+66,2 per cento in luglio) e in alcuni mercati minori, come per esempio l'Olanda, dove il brand è cresciuto del 231,3 per cento in agosto. Lanciata a maggio, la Nuova Ypsilon 5 porte sta aumentando costantemente le vendite: in Italia nel bimestre luglio-agosto è risultata seconda soltanto alla Fiat Punto. Bene anche la Delta che continua ad avere riscontri positivi nel suo segmento.

Alti e bassi per Alfa Romeo, le cui immatricolazioni sono cresciute a luglio del 6,4 per cento (10.300 immatricolazioni) ottenendo una quota dell'1 per cento, mentre in agosto il brand ha venduto quasi 6mila vetture, in calo dell'1,8% rispetto allo stesso mese del 2010, con una quota stabile allo 0,8 per cento.

Boom invece per Jeep, che ha ottenuto, spiega il Lingotto, "dei veri exploit di vendite: in luglio, con oltre 2.400 immatricolazioni, ha aumentato i volumi di vendita del 140,6 per cento, in agosto ha immatricolato più di 1.600 vetture per una crescita del 134,4 per cento".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Facebook, gli utenti potranno fare appello contro la rimozione dei post

Una novità per limitare gli eventuali errori di valutazione del social network

Crisi Alitalia - Aerei Alitalia atterrano e decollano dall'aeroporto di Fiumicino

Faro Ue sui 900 milioni ad Alitalia: "Timori su aiuto di Stato illegittimo"

Indagine sul prestito ponte. E la commissaria Vestager chiarisce che all'Italia non saranno fatti sconti