Venerdì 16 Settembre 2011 - 11:06

Fiat, immatricolazioni agosto Ue -7,6%

fiat

Torino, 16 set. (LaPresse) - Calano le vendite di Fiat. Ad agosto in Europa (Paesi Ue più Efta) il Lingotto ha immatricolato 45.585 vetture, il 7,6% in meno rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Secondo i dati dell'Acea, l'associazione europea dei produttori di auto, nei primi otto mesi dell'anno la Fiat ha immatricolato poco più di 667mila auto, il 12,5% in meno rispetto allo stesso periodo del 2010.

Mentre i numeri di Fiat presentano il segno meno, quelli del mercato vanno in direzione opposta: ad agosto, infatti, le immatricolazioni di auto in Europa sono aumentate del 7,7% rispetto allo stesso mese del 2010, contro la flessione di luglio pari al 2% su base annua. Negativo però il dato sui primi otto mesi dell'anno: sono state immatricolate 8 milioni e 889mila auro, in calo dell'1,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

"Va messo in evidenza - commenta il Lingotto in una nota - che Fiat Group Automobiles sta attraversando una fase di profondo rinnovamento della gamme dei propri marchi. Alle recenti commercializzazioni della Lancia Ypsilon e della Fiat Freemont faranno seguito le Lancia Thema e Voyager e la nuova Fiat Panda: esposte al salone dell'auto che si sta svolgendo in questi giorni a Francoforte, saranno commercializzate nei prossimi mesi".

Pesano sui dati complessivi del Lingotto il calo delle vendite delle auto a marchio Fiat, poco meno di 33mila ad agosto (-11,9% rispetto allo stesso mese del 2010). "Positivi risultati" arrivano però per il brand, spiega il costruttore, "da alcuni mercati importanti come Germania e Regno Unito", dove sono aumentati i volumi di vendita in agosto rispettivamente del 4,1% e del 34,3%. "I modelli di punta del marchio - aggiunge Fiat - continuano a essere nelle posizioni di vertice delle classifiche di vendita. Panda e 500 sono le vetture più vendute del segmento A in Europa: insieme hanno quasi il 30 per cento di quota nell'anno. La Punto rimane stabilmente nella top ten del segmento B e in luglio ha incrementato le vendite in Germania del 71,8 per cento. Qubo e Doblò nel segmento dei multispazio ottengono insieme una quota europea del 16 per cento nei primi otto mesi del 2011".

"Decisamente positiva", invece, sottolinea ancora il Lingotto, l'estate per Lancia/Chrysler, che aumenta sensibilmente le immatricolazioni sia in luglio sia in agosto, rispettivamente dell'1,2 e del 13,4 per cento. Nei primi otto mesi dell'anno Lancia/Chrysler ha immatricolato quasi 70mila vetture, per una quota dello 0,8 per cento. Oltre alla crescita record in Italia del 20,7 per cento, Lancia/Chrysler ha ottenuto ottimi risultati anche nel Regno Unito (volumi in aumento del 178,6 per cento in agosto), in Spagna (+6 per cento in agosto), in Francia (+66,2 per cento in luglio) e in alcuni mercati minori, come per esempio l'Olanda, dove il brand è cresciuto del 231,3 per cento in agosto. Lanciata a maggio, la Nuova Ypsilon 5 porte sta aumentando costantemente le vendite: in Italia nel bimestre luglio-agosto è risultata seconda soltanto alla Fiat Punto. Bene anche la Delta che continua ad avere riscontri positivi nel suo segmento.

Alti e bassi per Alfa Romeo, le cui immatricolazioni sono cresciute a luglio del 6,4 per cento (10.300 immatricolazioni) ottenendo una quota dell'1 per cento, mentre in agosto il brand ha venduto quasi 6mila vetture, in calo dell'1,8% rispetto allo stesso mese del 2010, con una quota stabile allo 0,8 per cento.

Boom invece per Jeep, che ha ottenuto, spiega il Lingotto, "dei veri exploit di vendite: in luglio, con oltre 2.400 immatricolazioni, ha aumentato i volumi di vendita del 140,6 per cento, in agosto ha immatricolato più di 1.600 vetture per una crescita del 134,4 per cento".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Def, Padoan: Punti di vista diversi con Ue, ma regole rispettate

Def, Padoan: Punti di vista diversi con Ue, ma regole rispettate

"Con la Commissione partiamo da punti diversi in grande trasparenza"

Def, deficit/Pil in calo al 2% nel 2017: lotta agli sprechi

Def, il deficit/Pil in calo al 2% nel 2017: lotta agli sprechi

Prosegue il "percorso di consolidamento delle finanze pubbliche"

Draghi avverte: Decisori politici colgano occasione per fare riforme

Draghi avverte: Decisori politici colgano occasione per fare riforme

"Dobbiamo creare opportunità investimento per i risparmi"

Roma, incontro tra Governo e sindacati sulle pensioni e sul lavoro

Pensioni, accordo governo-sindacati. Poletti: 6 miliardi in 3 anni

Siglato il verbale dopo un incontro tra i sindacati e il ministero del Lavoro