Sabato 04 Novembre 2017 - 21:15

Festa del cinema di Roma e Alice nella città: ecco i vincitori

Il pubblico della festa del cinema e i ragazzi della giuria di Alice nella città hanno scelto i vincitori della dodicesima edizione

Borg McEnroe di Janus Metz Pedersen si è aggiudicato il Premio del Pubblico BNL alla dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. Il film, che arriverà nelle sale italiane giovedì 9 novembre, distribuito da Lucky Red, è un ritratto avvincente, intimo ed emozionante di due indiscussi protagonisti della storia del tennis: l’algido e composto Bjorn Borg e l’irascibile e sanguigno John McEnroe.

"Per me Borg McEnroe - ha spiegato il regista Janus Metz Pedersen - è la versione ambientata nel mondo del tennis di Toro scatenato. Racconta di due ragazzi, ognuno in lotta per dimostrare di essere il migliore, per sentirsi importante, per essere qualcuno. Imprigionati nella loro rivalità – una delle più spettacolari nella storia dello sport – hanno finito col fare i conti con loro stessi e con i propri demoni." 

Anche la giuria dei ragazzi di Alice nella città ha assegnato il Premio per il Miglior film. Il vincitore è The Best of All Worlds di Adrian Goiginger, la storia del piccolo Adrian, della voglia di diventare un avventuriere e dell'inesauribile immaginazione. Il bambino di sette anni non si rende conto che sua madre Helga e il suo compagno Gunter sono dei tossicodipendenti, perennemente strafatti, e che lei cerca in ogni modo di mantenere un equilibrio per donare a suo figlio un'infanzia felice. "Un’opera ruvida, una matura dichiarazione d’amore di un figlio nei confronti della madre. Un racconto potente che, con fantasia e speranza, non racconta ai bambini che i mostri esistono, ma che possono essere sconfitti", questa la motivazione dei giovani giurati della sezione autonoma della kermesse romana.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Premiere di "The Promise" a Los Angeles

Molestie, una fan accusa Stallone ma lui nega: "Storia ridicola e falsa"

La donna ha dichiarato che, nel 1986, l'attore la costrinse ad avere un rapporto sessuale a tre

Molestie, accuse a Sylvester Stallone: fan 16enne costretta a rapporto a tre

La violenza - riporta il Daily Mail - sarebbe avvenuta in un albergo di Las Vegas nel 1986, quando l'attore lavorava ad 'Over the Top'

Kevin Spacey allegations

Molestie, teatro Old Vic Londra: 20 testimonianze contro Kevin Spacey

L'attore ne è stato il direttore artistico dal 2004 al 2015

Accuse a Brizzi, la moglie lo difende: "Per me sono solo voci"

Non la pensa così Asia Argento, che su 'Oggi' dichiara: "Non l'ho mai conosciuto ma sono dalla parte delle vittime. Non si può dubitare di dieci ragazze che raccontano lo stesso modus operandi"