Venerdì 03 Marzo 2017 - 18:45

Ferrari, Marchionne resta fino al 2021: Impegno per tornare al top

"Con i piloti Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, so che abbiamo le persone giuste per fare al meglio il lavoro"

Ferrari, Marchionne resta fino al 2021: Impegno per tornare al top

L'attuale presidente e a.d. di Ferrari, Sergio Marchionne, resterà al Cavallino almeno fino al 2021. È quanto emerge dal piano di incentivi di Ferrari per il capo azienda e altri manager della casa di Maranello, contenuti nel bilancio annuale 2016. Il piano di incentivi in azioni ha infatti una maturazione in tre tranche, nel 2019, nel 2020 e nel 2021. I compensi sono legati al ritorno agli azionisti, raffrontato con aziende comparabili, nell'orizzonte strategico dei cinque anni dal 2016 al 2020. In particolare il piano prevede per Marchionne l'eventuale assegnazione di 450mila 'performance share units' che danno diritto a un numero equivalente di azioni ordinarie del Cavallino.

TORNARE AL VERTICE. "La stagione 2016 di Formula 1 è "da dimenticare", tuttavia, "con la nuova squadra tecnica guidata da Mattia Binotto e la leadership di Maurizio Arrivabene, con i piloti Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, so che abbiamo le persone giuste per fare al meglio il lavoro". Lo afferma il presidente e a.d. del Cavallino, Sergio Marchionne, in una lettera agli azionisti. Il manager sottolinea come la stagione 2017 sia "piena di incognite" ma, precisa, "quello che posso promettere è che siamo dei lottatori, e abbiamo la volontà, l'impegno e la passione per tornare al vertice di questo sport".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Accordo di libero scambio Ue-Giappone. Tusk: "Messaggio contro protezionismo"

La storica intesa permetterà all'85% dei prodotti agroalimentari europei di entrare nel Paese senza dazi doganali

Camp Jeep 2018: alla scoperta della nuova Wrangler

Fca, a giugno immatricolate 104.100 auto in Europa: Jeep +72,1%

Ottimi risultati anche per l'Alfa Romeo con i suoi modelli di punta Stelvio e Giulia

CHINA-EU-SUMMIT-DIPLOMACY

Dazi, summit Ue-Cina a Pechino: "Evitare conflitti, Wto da riformare"

Il governo cinese, intanto, ricorre all'Organizzazione mondiale del commercio contro la minaccia di tariffe pari a 200 miliardi avanzata dagli Stati Uniti

Presentazione del XVI Rapporto annuale dell’INPS

Dl dignità, governo contro Boeri. Lui ribatte: "I dati non si fanno intimidire"

Il ministro del Lavoro si era scagliato contro le lobby che avrebbero modificato la relazione tecnica sul decreto