Giovedì 11 Maggio 2017 - 16:00

Rilasciato l'attivista italiano per i diritti gay fermato a Mosca

Yuri Guaiana era stato fermato mentre consegnava firme contro la persecuzione degli omosessuali in Cecenia

Fermato attivista italiano a Mosca: consegnava firme contro persecuzione gay in Cecenia

L'attivista per i diritti gay Yuri Guaiana, membro del direttivo dell'Associazione Radicale Certi Diritti arrestato questa mattina a Mosca è stato rilasciato. Lo annuncia Bendetto Della Vedova su Twitter.

 

Il 43enne di Cantù è stato arrestato mentre consegnava per conto dell'Ong AllOut le firme di cittadini da tutto il mondo che chiedono giustizia e verità sulle persecuzioni di gay in cecenia. "Siamo in contatto con la Farnesina che sta seguendo la vicenda e gli avvocati sul posto, sappiamo che Yuri sta bene e conosciamo le coordinate della caserma dove è trattenuto. A breve aggiornamenti". Così Leonardo Monaco, segretario dell'Associazione Radicale Certi Diritti.

Yuri Guaianaa aveva dichiarato: "Siamo qui per consegnare più di 2 milioni di firme al procuratore generale. Non è mai avvenuto prima, più della popolazione cecena chiede che si faccia un'inchiesta efficace e che si fermino subito arresti, torture e uccisioni di gay.  I cittadini russi meritano di vivere in libertà e in uno stato di diritto. La russia deve rispettare i trattati internazionali che ha sottoscritto. Nessuno deve sacrificare la propria libertà e la propria vita solo a causa di quello che si è e di chi si ama, né in Cecenia né da nessun'altra parte"
 

LEGGI ANCHE Guaiana: Sono in carcere non abbiamo avuto neanche l'acqua

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Incendio Ditta smaltimento rifiuti

Cosenza, tre morti in incendio in appartamento in centro

I vigili del fuoco hanno trovato i corpi carbonizzati.

Barcellona, padre di Bruno: "Mio nipote salvo per mia nuora"

Il racconto del papà di Gulotta, il 35enne italiano morto nell'attentato terroristico sulle Ramblas: "Mi sento vuoto"

FILE PHOTO: National Constituent Assembly's President Delcy Rodriguez speaks during a session of the assembly at Palacio Federal Legislativo in Caracas

Venezuela, parlamento rifiuta 'scioglimento' da Costituente

L'assemblea eletta lo scorso 30 luglio ha approvato oggi un decreto con cui assume il potere di votare le leggi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie