Giovedì 19 Maggio 2016 - 20:00

Feltri: Io renziano? Sciocchezze, sono di centrodestra

"Io ho fondato Libero molti anni fa, che è un quotidiano nato e cresciuto nel brodo del centrodestra e dove continuerà a stare"

Vittorio Feltri

"Io ho fondato Libero molti anni fa, che è un quotidiano nato e cresciuto nel brodo del centrodestra e dove continuerà a stare. Penso che sia una grandissima sciocchezza dire che io sia renziano e che il mio editore, Angelucci, desideri favorire le riforme del Governo nominandomi alla direzione del giornale. Il fatto che io appoggi le riforme di Renzi non significa che sia renziano, semmai è Berlusconi che deve spiegare perchè oggi non appoggia più quelle riforme che ha contribuito a scrivere". Così il direttore di 'Libero' Vittorio Feltri, ospite di Lilli Gruber a 'Otto e mezzo'. "Queste accuse mi lasciano nella più totale indifferenza, la realtà smentirà queste voci. (...) Io continuerò ad essere di centrodestra. Renzi non l'ho mai incontrato, mi chiamò lui qualche mese fa per un articolo che avevo scritto: lui si lagnava ma io tenni la mia posizione, non si può certo dire che ne sia nata un'amicizia tale per cui Renzi si possa fidare di me", ha aggiunto.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio presenta la squadra di Governo

Chi è Giuseppe Conte, professore di diritto a Firenze

Era stato indicato per ricoprire l'incarico di ministro della 'Pubblica amministrazione, deburocratizzazione e meritocrazia'

Francavilla, uomo lancia figlia della convivente dal viadotto della A14 e si suicida

A 14, ragazzina giù da viadotto. Si uccide l'uomo che l'ha gettata

Francavilla (Chieti) è il compagno della madre della bambina (12 anni) che è morta. Questa mattina, la donna è volata dalla finestra della loro casa. E' morta all'ospedale. Si teme che l'uomo abbia ucciso madre e figlia

Chiuso accordo Lega-M5S, domani al Colle. Conte verso Palazzo Chigi

Scontro con la Francia sull'Ue. Il leader della Lega replica al ministro Le Maire: "Inaccettabile invasione di campo"