Domenica 16 Luglio 2017 - 18:00

Federer di nuovo re di Wimbledon: Vittoria magica. Le lacrime di Cilic

Ottavo titolo sull'erba inglese per lo svizzero. Il croato s'infortuna e piange

Federer di nuovo re di Wimbledon: Vittoria magica, ci ho semp

"Aver vinto di nuovo questo trofeo è magico, è troppo". Soddisfazione, felicità e grandi emozioni per Roger Federer dopo l'ottavo, storico trionfo nel torneo di Wimbledon, ottenuto a spese di Marin Cilic in finale. "Il record? Quasi non ci credo. Dopo le finali perse contro Djokovic in molti pensavano che era finita per me ma io ho continuato a crederci", le prime parole del fuoriclasse svizzero dopo la premiazione. "E' tutto perfetto, spero di poter tornare a difendere il titolo il prossimo anno". "Mi dispiace per Cilic", ha aggiunto 'King Roger'.

"Mi congratulo con lui per il meraviglioso torneo che ha disputato. Deve essere orgoglioso di quello che ha fatto, anche se non sentirsi bene in finale è molto crudele". "La pausa al Roland Garros mi ha fatto bene? Allora farò un altro stop", ha aggiunto. "Non sono così sicuro però che il ritorno sia sempre così positivo. Mi ha fatto bene la pausa, abbiamo lavorato tanto e bene".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nadal vince Us Open per terza volta: Anderson ko in finale

Nadal vince Us Open per terza volta: Anderson ko in finale

Vittoria facile dello spagnolo in tre set 6-3, 6-3, 6-4

US Open di Tennis a New York

Us Open, addio sfida Federer-Nadal: svizzero battuto da Del Potro

Ai quarti del torneo l'argentino ha mandato a casa il campione negando ai tifosi una sfida tra titani

Us Open, passano ai quarti Federer, Del Potro e a sorpresa Rublev

Us Open, passano ai quarti Federer, Del Potro e a sorpresa Rublev

Nel torneo femminile superano il turno Keys, Vandeweghe e Kanepi

Nadal: "Fognini? Hanno aspettato troppo a sospenderlo"

Nadal: "Fognini? Hanno aspettato troppo a sospenderlo"

Il ligure è stato sanzionato per gli insulti sessisti indirizzati all'arbitro svedese Louise Engzell