Mercoledì 22 Febbraio 2017 - 18:00

Fca presenta Stelvio, il primo Suv del marchio Alfa Romeo

Presentato sulle nevi di St. Moritz il suv premium del Biscione. Tre versioni, due motorizzazioni e trazione integrale Q4. Porte aperte in tutte le concessionarie sabato 25 e domenica 26 febbraio

Fca presente Stelvio, il primo Suv del marchio Alfa Romeo

Dopo l’esordio in “prima” mondiale al salone di Los Angeles lo scorso mese di novembre, seguito in Europa dall’esclusiva “First Edition”, ecco l’esordio ufficiale dell’Alfa Stelvio. Viene presentato oggi alla stampa internazionale a St. Moritz, il primo suv premium nato sotto il segno del Biscione che sarà da subito disponibile in tre versioni: Business, Super ed Executive, disponibili in 9 tinte di carrozzeria e 9 cerchi in lega (da 17” a 20”). Molto ricca per tutti la dotazione di serie, che include cerchi in lega da 17’, sistema Alfa Connect 6,5", impianto audio con 8 altoparlanti, sensori di parcheggio, cruise control, portellone posteriore con apertura elettrica, sensori crepuscolari e di pioggia. Sono inoltre disponibili “pacchetti”, Sport e Luxury, per personalizzare ulteriormente la vettura.

Lo stile dello Stelvio, sviluppato intorno alla classica calandra Alfa Romeo, valorizza un copro vettura compatto (468 cm di lunghezza; 167 cm di altezza e 216 cm di larghezza) e filante. L’abitacolo è arredato con sportiva eleganza e uso di materiali premium: alluminio, legni veri, pellami e tessuti. Molto ricercato l’abbinamento di colori e materiali, tipico di una vettura premium, che meriterebbe un discorso a parte. Un esempio per tutti: l’allestimento Super offre sedili in pelle e tessuto disponibili in tre colorazioni (nero, nero/marrone e nero/rosso), che si sposano con plancia e pannelli porta proposti, a scelta del cliente, in tre tonalità: nero, nero/marrone o nero/rosso.

Al debutto commerciale, lo Stelvio è disponibile con due motori a scelta, entrambi 4 cilindri realizzati in alluminio con albero di trasmissione in carbonio: il 2.0 Turbo benzina da 280 CV e il 2.2 Diesel da 210 CV, entrambi a quattro cilindri interamente in alluminio con albero di trasmissione in fibra di carbonio. La gamma sarà completata a breve con altri nuovi propulsori tra cui il 2.0 Turbo benzina da 200 CV e il 2.2 Diesel da 180 CV, che sarà disponibile anche in abbinamento alla sola trazione posteriore. Il ritratto meccanico della vettura si completa con la trazione integrale Q4, il differenziale autobloccante ed il cambio automatico a 8 marce a due nuovi. Su strada lo Stelvio ha il passo sicuro del suv unito a quella dinamica di marcia brillante che possiamo considerare un marchio di fabbrica classico delle Alfa Romeo in termini di “handling” e guidabilità. Un risultato dovuto principalmente i motori, abbinati alla trazione Q4 ed allo sterzo preciso e molto diretto, ma anche all’ottimo rapporto peso/potenza, della vettura, caratterizzata dall’esteso utilizzo di materiali ultraleggeri e tecnologici quali l’alluminio impiegato anche per le sospensioni, il cofano, i parafanghi, le portiere e il portellone. Al “top” le dotazioni di sicurezza, con il radar per il riconoscimento pedone, l’alert che avverte il conducente in caso di abbandono involontario della corsia e il Cruise Control Adattativo che adegua automaticamente la velocità in base alla situazione del traffico. Nel fine settimana, sabato 25 e domenica 26, porte aperte in tutte le concessionarie Alfa Romeo per il primo contatto dello Stelvio “First Edition” (motore turbo benzina da 280 CV, in listino a 57.300 Euro) con il pubblico.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ecco Lina, l'auto biodegradabile fatta di zucchero

Ecco Lina, l'auto biodegradabile fatta di zucchero

La vettura, che è anche elettrica, è stata progettata da un team di studenti olandesi

Classic Days, Alfa Romeo e FCA Heritage tra le auto d'epoca

Alfa Romeo e FCA Heritage partecipano a uno tra i più grandi eventi in Europa dedicati alle auto d'epoca in

Fca: a Torino la cerimonia conclusiva del "Master Restauratori Auto d'Epoca"

Torino, cerimonia conclusiva del Master Restauratori Auto d'Epoca

Realizzato dalla Quattroruote Academy, in collaborazione con FCA Heritage, ASI e Ruoteclassiche