Mercoledì 01 Giugno 2016 - 19:15

Fca, a maggio vendite auto +33,3%, quota ai massimi in 3 anni

Continua la forte crescita della Tipo, che ormai è a ridosso della top ten e tra le più vendute del segmento C

Fca, a maggio vendite auto +33,3%, quota ai massimi in 3 anni

Fiat Chrysler Automobiles ha chiuso maggio con un aumento delle immatricolazioni in Italia del 33,3 per cento annuo a 55.900 unità. Fca ha fatto meglio del mercato, che ha terminato il mese con un +27,3 per cento, per il diciassettesimo mese consecutivo. La quota di Fca, sempre in maggio, è stata del 29,8 per cento, mai così alta da tre anni. Per il gruppo si tratta del miglior mese di maggio dal 2006. Tutti i marchi chiudono il mese con segno positivo: Jeep aumenta le registrazioni del 60,9 per cento, Lancia del 38 per cento, Fiat del 33 per cento e Alfa Romeo del 7,1 per cento. Continua il dominio dei modelli FCA nella top ten, con sei vetture presenti in classifica, tre delle quali ai primi tre posti: nell'ordine, Panda, 500L, Ypsilon, Punto, 500 e 500X.

 

La quota di mercato del gruppo in maggio è salita di 1,4 punti percentuali su anno, i massimi dal maggio del 2013. Mese in crescita per il marchio Fiat, le cui immatricolazioni sono state più di 41 mila (il 33 per cento in più rispetto a un anno fa) e la quota è stata del 21,9 per cento, aumentata quasi di un punto percentuale. Poco meno di 188.300 le registrazioni nei primi cinque mesi dell'anno (il 23,5 per cento in più nel confronto con lo stesso periodo del 2015) grazie alle quali il brand ha ottenuto una quota del 21,5 per cento, in crescita di oltre mezzo punto percentuale. Continua la forte crescita della Tipo, che ormai è a ridosso della top ten e tra le più vendute del segmento C, dove è seconda con l'11,2 per cento di quota.

Anche in maggio è continuata la forte crescita di Lancia: il brand ha immatricolato 7.200 vetture, il 38 per cento in più rispetto all'anno scorso, per una quota del 3,8 per cento, in aumento di 0,3 punti percentuali. Nel progressivo annuo le Lancia registrate sono state 33.600 (il 27 per cento in più nel confronto con il 2015), per una quota al 3,8 per cento, in crescita di 0,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Quasi 3.500 le Alfa Romeo immatricolate in maggio - il 7,1 per cento in più rispetto all'anno scorso - per una quota dell'1,85 per cento Nel progressivo annuo le registrazioni dell'Alfa Romeo sono state 15.200, il 4,8 per cento in più rispetto ai primi cinque mesi dell'anno scorso e la quota è stata dell'1,7 per cento. Giulietta si è confermata tra le vetture più vendute del segmento C con una quota del 9,1 per cento. Nei prossimi mesi Giulia, recentemente protagonista del porte aperte, contribuirà a migliorare i risultati del marchio.

Jeep ha continuato a crescere in maniera molto decisa anche in maggio: con più di 4.100 immatricolazioni ha aumentato i volumi di vendita rispetto a un anno fa del 60,9 per cento. La quota è stata del 2,2 per cento, 0,5 punti percentuali in più nel confronto con l'anno scorso. Altrettanto positivo il risultato nel progressivo annuo, con quasi 18.800 Jeep registrate (il 41,2 per cento in più rispetto al 2015) e una quota al 2,1 per cento in crescita di 0,3 punti percentuali. Renegade ancora una volta ha guidato le performance del marchio: con oltre 3.500 immatricolazioni e una quota del 15,5 per cento, è risultata seconda nel suo segmento alle spalle della sola 500X.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

ESPLODE IL CASO ADECCO

Lavoro, Istat: la disoccupazione giovanile cala al 34,7%

Il tasso di disoccupazione si attesta all'11,1%, l'occupazione resta stabile ma su base annua sale del 1,1%

Almaviva, licenziamenti illegittimi: reintegrati 155 lavoratori

Soddisfatta la Cgil: "Una sentenza che rende giustizia ai dipendenti"

Corteo Ilva Genova

Ilva, Arcelor Mittal apre su salario e assunzioni. Parte la trattativa

Incontro positivo al Ministero dello Sviluppo Economico. Il ministro Calenda: "Adesso si può discutere"

A settembre disoccupazione stabile all'11,1%, quella giovanile sale al 35,7%

Sostanzialmente invariato rispetto ad agosto il numero degli occupati, che tuttavia continua a crescere su base annua