Domenica, Febbraio 7, 2016 - 13:30

Favola Ranieri, da Tinkerman a nuovo re d’Inghilterra

Ranieri durante Manchester City - Leicester City

Quando il 13 luglio 2015 il Leicester ha annunciato l’ingaggio di Claudio Ranieri, la stampa inglese aveva esclamato: “Ma davvero?”. Accolto fra lo scetticismo generale, l’allenatore romano in poco più di sei mesi è passato dall’essere il Tinkerman (l'indeciso, ndr) dei tempi del Chelsea il nuovo Re d’Inghilterra. La vittoria netta, chiara, ottenuta ieri dai suoi ragazzi sul campo del Manchester City multimilionario ha proiettato i Foxes in testa alla classifica della Premier League con ben 5 punti di vantaggio sulle più immediate inseguitrici. Nel prossimo weekend c’è un altro big match contro l’Arsenal, uscire indenni anche da quella partita potrebbe davvero schiudere le porte del paradiso per il Leicester e lo stesso Ranieri.

 

“All’inizio della stagione il nostro obiettivo era la salvezza. Ora che l’abbiamo raggiunto, possiamo divertirci fino alla fine del campionato. E’ una Premier pazzesca. Vincerla? Perché no…”, ha ammesso candidamente ieri l’ex allenatore di Roma e Juventus. Per Ranieri sarebbe la rivincita e il coronamento di una carriera che lo ha visto eterno piazzato in Italia e all’estero: tre volte secondo con Roma, Juventus, Chelsea e Monaco, due volte terzo con Fiorentina e Juventus, due volte quarto con il Napoli, Valencia e Chelsea. Una collezione di piazzamenti che un eventuale successo quest’anno potrebbe cancellare in un colpo solo: diventerebbe il terzo tecnico italiano a vincere la Premier dopo Carlo Ancelotti e Roberto Mancini e portare per la prima volta nella sua storia il Leicester sul tetto d’Inghilterra sarebbe un colpo da maestro.

 

Allenatore schivo, sempre educato, equilibrato e mai polemico nel suo stile sobrio e composto. Mai fuori le righe, pur essendo un ‘romano di Testaccio’ è sicuramente il più ‘british’ dei tecnici italiani. Nella sua prima esperienza al Chelsea veniva preso in giro dalla stampa inglese per le sue indecisioni e continui cambi di formazione, fino ad essere sostituito da quel Jose Mourinho che da lì in avanti sarebbe stato per lui una sorta di incubo. Nel 2010 fu proprio lo Special One a far sfumare quella che sarebbe stata la più grande gioia della sua carriera: vincere lo scudetto con la Roma. Quest’anno Ranieri si è preso la rivincita, con i Blues che hanno esonerato il tecnico portoghese proprio dopo una sconfitta contro il Leicester. La vittoria di ieri potrebbe avere conseguenze devastanti anche per il City del cileno Pellegrini, destinato a lasciare il posto a Guardiola a fine stagione. E chissà che anche un altro mostro sacro come Wenger la prossima settimana non finisca nella rete del Tinkerman di Testaccio. Nel frattempo a Leicester si godono questo momento e i tifosi sognano un’impresa ai limiti dell’impossibile…

 

Pubblicato da 
Venerdì, Giugno 1, 2018 - 21:30

Diritti Tv, Mediapro pronta a far causa ma Lega A va avanti su trattative

 La Lega Serie A e Mediapro rischiano di finire in tribunale, dopo che il gruppo spagnolo ha 'minacciato' azioni legali se entro tre giorni non verrà ritirata la rescissione del contratto relativo all'assegnazione dei diritti tv del campionato di Serie A per il triennio 2018/2021. Nel corso dell'ultima assemblea di Lega, infatti, i presidenti di Serie A hanno votato all'unanimità la rottura del contratto con Mediapro, vista la mancata presentazione della fideiussione di 1.2 miliardi con cui gli spagnoli si erano aggiudicati il bando da intermediario.

Pubblicato da 
Mercoledì, Maggio 23, 2018 - 09:15

Calcio, Lega Serie A ancora spaccata su diritti tv. Brunelli ad pro tempore

La Lega Serie A è sempre più spaccata sulla vicenda dei diritti tv del campionato di Serie A per il triennio 2018/2021, mentre ha fatto piccoli passi avanti verso il completamento della governance con la nomina di Marco Brunelli come ad pro tempore e Maurizio Casasco come consigliere indipendente.

Pubblicato da 
Martedì, Maggio 22, 2018 - 09:30

Lega A, giorno giudizio su diritti tv e governance. Lega B: No a seconde squadre

Martedì sarà il giorno della verità in Lega Serie A sia per quanto riguarda la governance, che soprattutto per gli scenari legati ai diritti tv del campionato. O almeno è quello che tutti sperano, a partire dai presidenti dei club per arrivare ai tifosi che ad oggi non sanno ancora se e dove potranno guardare le partite in tv del prossimo campionato.

Pubblicato da 
Sabato, Maggio 5, 2018 - 09:30

Diritti Tv, entro mercoledì decisione su caso Sky-MediaPro. Ansia Malagò

Arriverà a breve, tra lunedì e mercoledì prossimo, la decisione del Tribunale di Milano sulla conferma (con o senza modifiche) o sulla revoca del provvedimento di sospensione d'urgenza, ottenuto da Sky il 16 aprile, del bando con il quale Mediapro ha messo in vendita i diritti tv della Serie A per il triennio 2018-2021. É questo lo scenario che è emerso dopo due ore di udienza, durante le quali le parti hanno discusso "animatamente", davanti al presidente della sezione per le imprese Claudio Marangoni.

Pubblicato da 
Venerdì, Aprile 27, 2018 - 09:45

Diritti tv, Mediapro attacca Sky e rilancia su canale Lega

Mediapro prende tempo. E attacca nuovamente Sky nella battaglia per i diritti televisivi del pallone 'made in Italy' il cui epilogo appare ancora lontano.

Pubblicato da