Venerdì 14 Luglio 2017 - 16:00

Fascismo, comunità ebraica: Fatti Chioggia e Verona gravi e pericolosi

"Preoccupati che Salvini si metta a disposizione per le spese legali del titolare dello stabilimento"

Fascismo, comunità ebraica: Fatti Chioggia e Verona gravi e pericolosi

"L'episodio dello stabilimento balneare di Chioggia e i cori dei tifosi del Verona in cui si inneggiava ad Adolf Hitler sono due fatti gravi e pericolosi la cui vicinanza temporale dovrebbe far riflettere. Siamo preoccupati dalla reazione del segretario della Lega Matteo Salvini che si mette a disposizione per le spese legali del titolare dello stabilimento o che definisce goliardia (seppur condannando) i cori di esaltazione al leader nazista invitando politica e magistratura ad occuparsi di cose serie. Lo comunica in una nota alla stampa Ruth Dureghello, presidente della Comunità Ebraica di Roma.

"Fascismo e nazismo sono cose serie e bene fa la magistratura a intervenire direttamente per sanare ogni forma di illegalità. Chiudere una pagina della storia che comprende la Shoah come se si trattasse di un fatto ininfluente e superato è un errore pericoloso. Non abbiamo preclusioni nei confronti di nessuno e in passato lo abbiamo dimostrato, ma forse è arrivato il momento di chiarire se la linea attuale permette ambiguità che invece non possono essere tollerate".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa sulla morte di Giulio Regeni

Regeni, bufera su governo dopo caso Nyt. Famiglia: Andremo al Cairo

Secondo Claudio Regeni e Paola Deffendi sarebbe sufficiente "un po' più di pressione sul governo egiziano" per fare chiarezza

Brescia, conferenza su attività al Canile Sanitario

Pesticidi nemici di cani e gatti: solo a luglio 3mila avvelenati

Dalla candeggina agli insetticidi: l'uso errato può uccidere i nostri amici a quattro zampe

L'aggressore di Niccolò confessa: "Ho fatto una cosa orribile"

Intanto il ministro Alfano da sapere che l'autopsia è conclusa: "Accelerare le procedure di rimpatrio"