Mercoledì 03 Agosto 2016 - 16:45

Familiari pakistano espulso: Con Isis non c'entra, ora rischia la vita

"Se fosse un terrorista, l'avrebbero lasciato prendere un aereo da solo?", si chiede il fratello

Abu Bakr al-Baghdadi, leader dell'Isis

Le telecamere di Fanpage.it si sono recate a casa di Aftab Farooq, il pachistano di 26 anni espulso ieri dall'Italia su ordine del ministro dell'Interno per motivi di sicurezza. La realtà raccontata dai familiari dell'uomo tuttavia è molto diversa da quella di un affiliato dell'Isis. Aftab viveva in Italia da quando aveva 13 anni. A Vaprio d'Adda, a pochi chilometri da Milano, era cresciuto e aveva fatto le scuole prima di essere assunto a tempo indeterminato alla Decathlon di Basiano come magazziniere. "Avevamo una vita felice, normale - racconta la moglie Munaza Tariq - avevamo intenzione di fare dei figli, quest'estate volevamo andare a fare un viaggio al mare".

Venerdì scorso la vita di questa famiglia è stata stravolta: dopo essere stato fermato dai carabinieri, Aftab è stato infatti rimpatriato in Pakistan. "Se fosse un terrorista, come dicono, l'avrebbero lasciato prendere un aereo da solo?", si chiede il fratello di Aftab intervistato da Fanpage.it. "Noi ora temiamo per la sua vita - racconta, nell'intervista, la moglie di Aftab - in Pakistan non conosce nessuno, non ha un posto dove andare, con l'accusa che ha, lì è probabile che venga preso dalle forze speciali e chissà che fine farà".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Blitz allevatori all'Antitrust per la 'Guerra del latte'

Antitrust, al via al 13mo convegno: tra gli sponsor anche Intesa San Paolo

I lavori saranno aperti il prossimo 24 maggio dal Johannes Laitenberger, direttore generale della concorrenza della Commissione europea e dal presidenye Agcom Giovanni Pitruzzella

Bari, turista americana trovata morta in un b&b con lividi sul collo

Fermo, lite culmina in tragedia: pensionato uccide la moglie con un fucile

Le ha sparato tre colpi al petto, durante un litigio in camera da letto

Francavilla, uomo lancia figlia della convivente dal viadotto della A14 e si suicida

La tragedia del cavalcavia. "Filippone non aveva problemi psichici"

Chieti: tre le vittime della follia dell'uomo: la moglie, la figlia e lui stesso. Molti aspetti ancora da chiarire

Presentazione del progetto " Stradeinfesta "

Roma si mobilita per la Casa delle donne. Raggi: "Non la chiuderemo"

A rischio la storica sede di associazioni dei movimenti femministi in via della Lungara. La consigliera M5S Guerini intenderebbe trasformarla in un centro di coordinamento gestito da Roma Capitale