Venerdì 04 Novembre 2016 - 17:30

Zuckerberg indagato in Germania: non rimossi post negazionisti

Le rivelazioni del settimanale tedesco Der Spiegel

Facebook, Zuckerberg indagato in Germania: non rimossi post negazionisti

Il fondatore e capo di Facebook Mark Zuckerberg è indagato dalla procura di Monaco, in Germania, insieme ad altri manager della società, cioè precisamente la direttrice operativa Sheryl Sandberg, il capo-lobbysta per l'Europa Richard Allan e la sua collega di Berlino Eva-Maria Kirschsieper. È quanto riporta il settimanale tedesco Der Spiegel, citando informazioni in proprio possesso. I vertici di Facebook sono accusati di incitamento delle masse per la mancata rimozione dal social network di post con minacce di morte e la negazione dell'Olocausto. L'indagine, spiega Der Spiegel, è partita a seguito di una denuncia presentata dall'avvocato Chan-jo Jun di Wuerzburg, in cui si segnalava che anche dopo ripetute segnalazioni Facebook non aveva rimosso contenuti illegali. Il giornale ricorda anche che all'inizio dell'anno una denuncia a carico di Zuckerberg e Sandberg, oltre che di altri vertici di Facebook, era stata presentata alla procura di Amburgo, ma non aveva avuto seguito perché era risultata una mancata competenza territoriale.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Attacco ad un mezzo militare a Parigi

Francia, presunta sparatoria a Nimes: evacuata la stazione

I media francesi danno notizia di tre uomini arrestati dalla polizia dopo una sparatoria, ma per la prefettura non ci sarebbero stati colpi di arma da fuoco

Militanti ceceni prendono in ostaggio oltre 1000 tra donne e bambini in una scuola a Ossezia, Russia

Russia, accoltella otto passanti: Isis rivendica l'attentato

L'assalitore è un giovane del posto le autorità russe avevano scartato la pista del terrorismo

Germania, arrestati due adolescenti per attacco a Wuppertal

La polizia cerca altri due uomini di 23 e 29 anni legati ai fatti