Domenica 02 Ottobre 2016 - 10:45

F1, Ricciardo su Red Bull trionfa a Sepang, Raikkonen quarto

Il pilota australiano ha preceduto il compagno Max Verstappen e la Mercedes di Nico Rosberg

F1, Ricciardo trionfa a Sepang, Raikkonen quarto

Daniel Ricciardo su Red Bull ha vinto il Gran Premio della Malesia di Formula 1 sul circuito di Sepang. Il pilota australiano ha preceduto il compagno di squadra Max Verstappen e la Mercedes di Nico Rosberg. Quarto posto per Kimi Raikkonen sulla Ferrari. Costretti al ritiro Sebastian Vettel su Ferrari e Lewis Hamilton su Mercedes.
 

GUARDA LA GALLERY DELLA GARA E DELLA PREMIAZIONE

Per Ricciardo è la quarta vittoria in carriera in Formula 1. Con il terzo posto odierno, invece, Rosberg porta a 23 i punti di vantaggio su Hamilton nella classifica del Mondiale piloti con 288 punti contro 265. Alle spalle dei primi quattro, quinto posto per Valtteri Bottas su Williams e sesto Sergio Perez su Force India. Straordinario il settimo posto di Fernando Alonso su McLaren partito dall'ultimo posto, seguono Nico Hulkenberg sull'altra Force India e Jenson Button su McLaren. Da segnalare, infine, il decimo posto di Jolyon Palmer che conquista i primi punti stagionali per la Renault.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nuove speranze per Michael Schumacher dagli Stati Uniti

Secondo il magazine tedesco Bravo, la moglie starebbe per trasferire il pilota in una struttura americana

Motomondiale, il sabato del GP di Silverstone 2017

Valentino Rossi ha deciso: "Parto e provo a correre il Gp"

I test positivi a Misano e il parere positivo dei medici permettono al campione Yamaha di sciogliere la riserva. Sarà in Spagna: "Poco dolore. Si può fare"

F1, Rosberg dolce neo-papà: mostra al mondo la sua bimba / video

È nata la secondogenita di Nico Rosberg: l'ex pilota la presenta con un video-selfie

MotoGp, Rossi scende in pista: primo test a Misano dopo infortunio

MotoGp, Rossi già in pista dopo infortunio: primo test a Misano

Il nove volte campione del mondo ha anticipato i tempi per verificare la stabilità della gamba