Mercoledì 31 Agosto 2016 - 14:30

F1, Maroni: Il Gp di Monza è salvo, ce l'abbiamo fatta

Il Gran Premio d'Italia è in programma dal 2 al 4 settembre

F1, Maroni: Il Gp di Monza è salvo, ce l'abbiamo fatta

"Il Gran Premio di Monza è salvo, ce l'abbiamo fatta". Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, partecipando alla conferenza stampa di presentazione del Gran Premio d'Italia di Formula 1. "Grazie all'impegno di tutte le istituzioni - ha spiegato il governatore lombardo -, in primo luogo l'Aci con il presidente Sticchi Damiani, e con Regione Lombardia che ha fatto la sua parte mettendo risorse importanti, abbiamo raggiunto questo storico risultato. Sono molto soddisfatto, Monza è e rimane il punto di riferimento per la Forumula 1". "Quando tutte le istituzioni remano dalla stessa parte, i risultati si vedono", rimarca il senatore Pd Andrea Marcucci, presidente della commissione Cultura e Sport di Palazzo Madama, "è una buona notizia la conferma del Gp a Monza, grazie all'impegno del Governo, del sottosegretario Lotti, del Parlamento, della Regione Lombardia, dell'Aci. Speriamo di ripetere la stessa operazione con Roma 2024, il sindaco  Raggi ci pensi". Il Gran Premio d'Italia è in programma dal 2 al 4 settembre

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Mamma no vax falsifica documenti sui vaccini: si vanta su Fb, denunciata

Nella conversazione spiega compiaciuta il 'trucchetto' con cui ha ingannato l'asilo di Esine (Brescia)

Moto GP, prove libere Gran Premio d'Austria

MotoGp, Austria: Ducati vola sull'asciutto, Marquez ok sul bagnato

Saranno Marc Marquez e le Ducati a contendersi con ogni probabilità la vittoria in Austria

Sub muore nel lago di Como, grave il compagno d'immersione

La vittima ha 47 anni. Il secondo sommozzatore, anch'egli 47enne, è ricoverato al Niguarda

Lombardia, contraccettivi gratis per gli under 24 nei consultori

L'ordine del giorno mira a sostenere la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e la procreazione responsabile