Sabato 29 Ottobre 2016 - 21:15

F1, Gp Messico: pole di Hamilton davanti a Rosberg, Ferrari sesta

Raikkonen si piazza 6°, prima del compagno di team Vettel

F1, GP Messico: pole di Hamilton davanti a Rosberg, Ferrari sesta

Prima fila targata Mercedes nella griglia di partenza del Gran Premio del Messico di Formula 1. A conquistare la pole è stato Lewis Hamilton con il tempo di 1:18.704. L'inglese ha preceduto il compagno di team Nico Rosberg. Indietro le Ferrari: Kimi Raikkonen scatterà dalla sesta posizione, settimo Sebastian Vettel. Per le 'Frecce d'Argento' si tratta della 12/a doppia prima fila della stagione. Rosberg, leader della classifica, ha chiuso a 254 millesimi dal compagno di scuderia. In seconda fila le Red Bull di Dani Ricciardo, quarto a 429 millesimi, e Nico Hulkenberg, quinto a 626 millesimi. Deludono le due Ferrari, che pure si erano comportate bene nelle prove libere. La prima Rossa in griglia sarà quella di Kimi Raikkonen (1:19.376), sesto alle spalle della Force India di Nico Hulkenberg (a 672 millesimi), in settima posizione partirà invece Sebastian Vettel (1:19.381). Completano la top ten Valtteri Bottas e Felipe Massa (Williams) e Carlos Sainz (Toro Rosso).
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

MotoGp, Dovizioso trionfa in Austria davanti a Marquez

MotoGp, Dovizioso trionfa in Austria davanti a Marquez

Terzo Dani Pedrosa sull'altra Honda. Rossi settimo

MotoGp, Marquez in pole in Austria davanti alle Ducati, Rossi settimo

MotoGp, Marquez in pole in Austria davanti alle Ducati, Rossi settimo

Meglio del 'Dottore' ha fatto con l'altra Yamaha Maverick Vinales, quarto a mezzo secondo da Lorenzo

MotoGp in Austria, Marquez leader nelle terze libere: Rossi risale al quinto posto

MotoGp in Austria, Marquez leader nelle terze libere

Terzo a sorpresa Andrea Iannone a 484 millesimi dallo spagnolo

MotoGp, Rossi: Siamo stati sfortunati e un po' somari

MotoGp, Rossi: Siamo stati sfortunati e un po' somari

Quarto al traguardo: "Sono contento, stavolta la responsabilità non è tutta mia, ce la dividiamo..."