Lunedì 14 Gennaio 2013 - 16:45

F1, Ferrari: Renato Bisignani nuovo capo ufficio stampa

sbisi

Maranello (Modena), 14 gen. (LaPresse) - Renato Bisignani, 27anni, è il nuovo capo ufficio stampa della Scuderia Ferrari. Già all'interno della Scuderia di Maranello a partire dal 2010 in veste di business development manager prende il posto del palermitano Luca Colajanni, storico portavoce del 'Cavallino Rampante' a partire dal gennaio 2001. Bisignani è figlio del giornalista Luigi, già coinvolto nella vicenda della P2 e della P4.

Intanto Fernando Alonso In una chat su Twitter ha risposto alle domande e alle curosità dei suoi tifosi. Fra i tanti quesiti posti al campione asturiano della Ferrari, c'è anche quella su quale sia il pilota che stima di più. "Robert Kubica", è la risposta di Alonso. La vittoria al gran premio di Valencia è invece il ricordo più bello dell'ultima stagione. Per quanto riguarda la prossima stagione, invece, Alonso lancia il suo guanto di sfida: "Proveremo nuovamente a vincere" il Mondiale.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Evento Tennis & Friends dedicato alla prevenzione con il Policlinico Gemelli

Max Biaggi parla dopo l'incidente: "Periodo difficile, ma ora sto bene"

Il pilota racconta 25 anni di carriera e la battuta d'arresto in cui ha rischiato la vita

MotoGp, ad Aragon pole di Vinales davanti a Lorenzo. Impresa Rossi, è terzo

MotoGp, ad Aragon pole di Vinales davanti a Lorenzo. Impresa Rossi, è terzo

Risultato strepitoso per il 'Dottore' tornato in pista solo venerdì dopo l'infortunio

Cycling - UCI Road World Championships

Mondiali di ciclismo. Elena Pirrone oro nella gara in linea jr

La bolzanina replica dopo la vittoria nella cronometro. Medaglia di bronzo per Letizia Paternoster

Motomondiale Austria 2017, le qualifiche al Red Bull Ring di Spielberg

MotoGp, Rossi ci prova ad Aragon: qualche giro alle libere. Marquez il più veloce

Dopo il via libera del dottore Vale è sceso in pista con la M1. Sul podio anche Pedrosa e il francese Johann Zarco