Giovedì 27 Aprile 2017 - 14:45

F1, Bottas: Nella battaglia con la Ferrari conteranno i dettagli

"I miei primi 100 giorni in Mercedes? Sono stati molto impegnativi, sin da gennaio, ma ho imparato in breve tempo"

F1, Bottas: Nella battaglia con la Ferrari conteranno i dettagli

"Fiducioso per il weekend? Sì, sto migliorando di qualifica in qualifica, e credo di poter estrarre il massimo potenziale dalla macchina". Valtteri Bottas si presenta con ottimismo al weekend del Gran Premio di Russia, quarto appuntamento del Mondiale di Formula 1. "Ho fatto un bel giro in Bahrain, ma quello che conta è la domenica. A Melbourne è stata la mia gara migliore, poi ho avuto difficoltà in Cina e Bahrain. Speriamo che domani vada bene", ha spiegato il pilota della Mercedes nella conferenza stampa alla vigilia delle prove libere sul circuito di Sochi. "Sappiamo di avere un pacchetto forte, la battaglia sarà con la Ferrari che sarà estremamente vicina, i dettagli fanno la differenza. Speriamo di avere un weekend positivo". "In Bahrain abbiamo faticato con le gomme, però i test mi hanno permesso di provare diverse cose diverse per poter affrontare il problema", ha proseguito il finlandese. "Ma le condizioni qui sono tutte diverse, anche questo weekend sarà una sfida diversa. Il passo gara? Senza problemi potrei ottenere un buon risultato, ne sono sicuro".

 "I miei primi 100 giorni in Mercedes? Sono stati molto impegnativi, sin da gennaio, ma ho imparato in breve tempo come mai non mi era capitato prima", ha assicurato Bottas. "Sento di essere riuscito a crescere, di aver gestito molto bene le situazioni. Ora mi sento parte integrante del team. La squadra mi sta aiutando molto, sto imparando tanto e devo continuare così. Non ho sottovalutato il cambiamento, è la sfida che mi aspettavo. "Se con il team abbiamo discusso le gerarchie tra me ed Hamilton? Non ne abbiamo parlato, non c'è necessità, non c'è mai stato il pilota numero uno o numero due. La Mercedes ha sempre dato uguali opportunità ai due piloti", ha sottolineato l'ex pilota della Williams. "Negli anni scorsi il gap con il secondo team più veloce era più marcato, quest'anno è diverso, ogni dettaglio può costare qualcosa. Il team deve pensare e fare la scelta intelligente per non perdere punti. Credo che i miei migliori risultati debbano ancora arrivare". "Se io fossi in difficoltà e il team mi chiedesse di lasciare passare Lewis? Lo farei. Siamo un team, e l'obiettivo è ottenere il massimo bottino di punti. Ovviamente farò tutto il possibile per fare la mia gara ed ottenere il massimo risultato". Il rapporto con l'inglese, ha assicurato, "è positivo: finora è andato tutto bene, abbiamo un buon rapporto professionale, lo stesso che avevo con Massa alla Williams".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

MotoGp, Dovizioso trionfa in Austria davanti a Marquez

MotoGp, Dovizioso trionfa in Austria davanti a Marquez

Terzo Dani Pedrosa sull'altra Honda. Rossi settimo

MotoGp, Marquez in pole in Austria davanti alle Ducati, Rossi settimo

MotoGp, Marquez in pole in Austria davanti alle Ducati, Rossi settimo

Meglio del 'Dottore' ha fatto con l'altra Yamaha Maverick Vinales, quarto a mezzo secondo da Lorenzo

MotoGp in Austria, Marquez leader nelle terze libere: Rossi risale al quinto posto

MotoGp in Austria, Marquez leader nelle terze libere

Terzo a sorpresa Andrea Iannone a 484 millesimi dallo spagnolo

MotoGp, Rossi: Siamo stati sfortunati e un po' somari

MotoGp, Rossi: Siamo stati sfortunati e un po' somari

Quarto al traguardo: "Sono contento, stavolta la responsabilità non è tutta mia, ce la dividiamo..."