Mercoledì 23 Marzo 2016 - 10:00

Europeo 2016: stato di emergenza, allo studio una proroga

Non è da escludere che venga prorogato per tutta la durata della manifestazione

Hollande e Valls

Lo stato di emergenza in Francia dovrebbe concludersi poco prima dell'inizio dei campionati europei di calcio, fissato per il 10 giugno, ma non è da escludere che venga prorogato per tutta la durata della manifestazione. Il primo ministro francese Manuel Valls ha ammesso che è un'ipotesi in fase di valutazione. La Uefa, per bocca del vicepresidente Giancarlo Abete, ha profilato l'eventualità che alcune partite potrebbero essere giocate a porte chiuse. Gli attentati di Bruxelles hanno fatto aumentare l'allerta.

Manuel Valls, intervistato dall'emittente Europe 1, ha però confermato che il Tour de France e l'Europeo di calcio non sono in discussione: "Li faremo sicuramente", ha annunciato il giorno dopo gli attentati di Bruxelles. Valls ha spiegato che lo sport non può e non deve fermarsi: "Gli eventi dello sport e della cultura sono necessari per dimostrare che siamo liberi e che non abbiamo paura".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

AS Roma: sessione di allenamento

Best Fifa Player, i migliori giocatori del 2017 secondo Totti

Le scelte di Francesco Totti dei più bravi dell'anno

Ligue 1 - Nice vs AS Monaco

Balotelli punzecchia Milan: "Magari si sveglia e compra Icardi"

L'ex attaccante rossonero dai social lancia una frecciatina al club

Una maxi villa a Porto Cervo: così il patron del Psg avrebbe corrotto la Fifa

Una maxi villa a Porto Cervo: così il presidente del Psg avrebbe corrotto la Fifa / VIDEO

La residenza di lusso è stata sequestrata oggi dalla guardia di finanza di Sassari nell'ambito dell'inchiesta sulla compravendita dei diritti televisivi relativi ai Mondiali

Adriano Leite Ribeiro

Adriano: "Torno ad allenarmi. La famiglia? Unico punto fermo"

L'Imperatore ha intenzione di riprovarci: "Voglio farlo per me, voglio mostrare che posso superare i miei limiti. Solo così capirò se posso giocare o meno"