Giovedì 24 Novembre 2016 - 23:30

Europa League, Sassuolo ko a Bilbao: fine del sogno ma a testa alta

La squadra di Di Francesco esce sconfitta (2-3) dal San Mames e conclude l'avventura europea con una giornata di anticipo

Europa League, Sassuolo ko a Bilbao: fine del sogno ma a testa alta

Il sogno Europa del Sassuolo tramonta a Bilbao. La squadra di Di Francesco esce sconfitta (2-3) dal San Mames e conclude la sua prima avventura europea con una giornata di anticipo. I neroverdi escono a testa alta da un match caldissimo: passano in vantaggio con l'incredibile autorete di Balenziaga, incassano tre reti dalla squadra di Valverde e riescono a riaprire il match con Ragusa. La rimonta però non si concretizza e gli emiliani salutano la competizione.

Nel 4-3-3 di Di Francesco il tridente è composto da Ricci, Defrel e Ragusa, Politano è recuperato ma si accomoda in panchina. Rientra a centrocampo Magnanelli, che affianca Pellegrini e Biondini. Coppia centrale di difesa formata da Acerbi e Cannavaro, con il rientrante Lirola e Gazzola, preferito a Peluso, sugli esterni. Due minuti e il Bilbao fa la frittata: conclusione innocua di Pellegrini verso la porta, Herrerin non trattiene e Balenziaga scarica malauguratamente nella propria porta. Regalo al Sassuolo, subito in vantaggio. I baschi non si scompongono e al 10' trovano il pareggio con Raul Garcia, che su calcio d'angolo salta più in alto di tutti e batte Consigli. L'Athletic fa la partita, i neroverdi non intendono però subire e si rendono pericolosi con un tiro dal limite di Ragusa, con palla fuori di un nulla. Rispondono i padroni di casa con due tentativi di Williams, che prima impegna Consigli e poi trova l'esterno della rete. Insiste il Bilbao, che aumenta la spinta: ancora lavoro per Consigli, attento a respingere la gran conclusione dalla distanza di Muniain. Il Sassuolo regge e si va al riposo sull'1-1.

Nei primi minuti della ripresa, chance per gli emiliani con Ricci che viene anticipato dalla puntuale uscita di Herrerin sulla palla filtrante di Ragusa. Dall'ennesimo calcio d'angolo battuto dal Bilbao arriva il vantaggio dei baschi: San José prolunga la palla per l'incornata vincente di Aduriz (13'). Si fa durissima ora per il Sassuolo, che potrebbe riequilibrare i conti pochi minuti dopo: i difensori baschi pasticciano su una palla facile di Ricci, Defrel è in agguato ma viene fermato da una miracolosa uscita di Herrerin. Di Francesco perde per infortunio nel giro di pochi minuti Pellegrini e Biondini, dentro Matri e Missiroli. Le speranze neroverdi di qualificazione subiscono un duro colpo con il terzo gol degli spagnoli: Aduriz vince il duello con Cannavaro e fa da sponda per Lekue, il diagonale trafigge Consigli per il 3-1. Eppure il Sassuolo ha la forza per riaprire il match tre minuti dopo con Ragusa che devia di tap-in dopo la respinta di Herrerin sul cross del neoentrato Politano. I neroverdi ci credono e si fanno vedere ancora con un colpo di testa di Ragusa, poi rischiano tantissimo nel recupero con Sabin Merino che si trova la porta spalancata dopo il pasticcio Consigli-Acerbi: conclusione debole, si salvano gli ospiti. Errore ininfluente, l'Athletic incassa i tre punti e spedisce un orgoglioso Sassuolo fuori dall'Europa.

Scritto da 
  • Attilio Celeghini
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Juve, Bonucci: Rispetto per il Porto, servirà una grande Juve

Bonucci: Rispetto per il Porto, servirà una grande Juve

"Abbiamo trovato questo modulo che esalta le nostre capacità e ci permette di giocare un calcio più europeo"

Udinese - Sassuolo

Serie A, rimonta Sassuolo con Defrel: Udinese ko sotto occhi Zico

Non basta il destro spettacolare di Fofana per salvare i padroni di casa

Porto, Casillas: Juve è favorita, Buffon ha fatto la storia

Porto, Casillas: la Juventus è favorita, Buffon ha fatto la storia

"Ma a volte l'entusiasmo, il desiderio, la fatica e il coraggio, ti fanno superare le abilità individuali"

Dzeko in Europa League - Villareal vs Roma

Europa League, furia Dzeko: Roma corsara, 4-0 al Villareal

Spettacolare il gol di Emerson dalla distanza, poi il bosniaco firma una tripletta