Giovedì 25 Febbraio 2016 - 23:30

Europa League, Napoli saluta l'Europa: Villareal avanti con l'1-1

Al vantaggio di Hamsik nel primo tempo replica Pina al 15' con un cross fortunoso che si insacca alle spalle di Reina. Inutile l'assalto finale della squadra di Sarri

La delusione di Lorenzo Insigne

 Senza i gol di Higuain il Napoli non sa vincere. Gli azzurri pareggiano 1-1 al San Paolo contro il Villareal e salutano l'Europa League per effetto della sconfitta patita nella gara di andata in Spagna. Non basta un gol di Hamsik nel primo tempo, nella ripresa un fortunoso tirocross di Pina sorprende Reina e regala la qualificazione ai sottomarini gialli. Napoli generoso, che attacca per 90' ma che incappa ancora una volta nella serata di magra del Pipita. Il centravanti argentino schierato da titolare ha confermato il periodo di appannamento dopo aver tirato la carretta per mesi, fallendo l'unica occasione chiara da gol avuta nella ripresa. C'è da dire che, come all'andata, la squadra di Sarri è stata ancora una volta penalizzata dall'arbitro Aytekin che non ha visto un chiaro fallo di mani di Pina su un tiro di Mertens. Per il Napoli resta ora l'ultimo obiettivo stagionale da raggiungere, quello più importante e desiderato: lo scudetto.

 

Gonzalo Higuain è regolarmente in campo. Ieri il tecnico azzurro Maurizio Sarri aveva detto che "Higuain deciderà lui se giocare o meno". Alla fine il Pipita ha deciso di giocare per guidare gli azzurri alla rimonta. Il centravanti argentino ha al suo fianco nell'attacco del Napoli Insigne e Mertens. Primo tempo a tutto gas degli azzurri, che fin dalle prime battute costringono il Villareal ha giocare sulla difensiva. La prima occasion e è però per gli spagnoli: con Bakambu in contropiede su cui Reina è bravissimo a respingere. Da questo momento in poi è solo Napoli: gli azzurri passano al 16' con Hamsik che riprede una respinta corta della difesa e batte il portiere con un destro al volo dal limite nell'angolino. Poco prima della mezzora ci provano prima Higuain e poi Insigne fermati dalla difesa ospite. Il Napoli insiste e poco prima dell'intervallo sfiora ancora il raddoppio due volte con Mertens: il piccolo attaccante belga prima con un tirocross velenoso costringe Musacchio a sfiorare l'autogol salvato dal palo, poi sfiora l'angolino alla destra del portiere con un destro rasoterra dai venti metri.

 

Avvio di ripresa sempre con il Napoli padrone del campo, anche se la difesa del Villareal non corre rischi. Gli spagnoli crescono con il passare dei minuti e sfiorano il pareggio con un velenoso cross basso di Rukavina da destra, che Reina sfiora togliendo la sfera dai piedi di Bakambu. E' il preludio al pareggio che arriva al 14' con un tirocross chiaramente sbagliato di Pina dalla sinistra con la palla che si infila alle spalle di un sorpreso Reina. Veemente la reazione del Napoli, gli azzurri protestano per un tocco di mano di Pina che respinge una conclusione di Mertens non ravvisato dall'arbitro. I ragazzi di Sarri cingono d'assedio l'area del Villareal: ci prova due volte Insigne da destra, mentre è clamorosa l'occasione fallita da Higuain con un diagonale sinistro da ottima posizione sparato alle stelle. Nel finale Sarri si gioca il tutto per tutto inserendo anche Gabbiadini al fianco di Higuain in avanti ma il risultato non cambia e alla fine a festeggiare sono gli spagnoli.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Champions, Allegri duro: A Zagabria Juve costretta a vincere

Champions, Allegri: A Zagabria Juventus costretta a vincere

Domani per i bianconeri la sfida contro la Dinamo

Europa League, Fiorentina non sfonda in Grecia: 0-0 con Paok

Europa League, Fiorentina non sfonda in Grecia: 0-0 con Paok

Prestazione da minimo sindacale per la squadra di Paulo Sousa

Europa League, crollo Inter: Hapoel passa a San Siro 2-0

Europa League, crollo Inter: Hapoel passa a San Siro 2-0

Vitor sblocca la partita, poi raddoppia Buzaglo

Europa League, festa Sassuolo con super Defrel: tris all'Athletic

Europa League, festa Sassuolo con super Defrel: tris all'Athletic

In evidenza anche il baby Lirola. Di Francesco soddisfatto