Giovedì 15 Marzo 2018 - 21:45

Europa League, Leiva-De Vrij gol: Lazio vince 2-0 a Kiev e vola ai quarti

La squadra di Inzaghi può festeggiare l'ingresso tra le migliori otto scrollandosi di dosso le ultime delusioni in campionato e Coppa Italia

Europa League, ottavi di finale - Dinamo Kiev vs Lazio

La Lazio firma l'impresa. I biancocelesti con un gol per tempo di Lucas Leiva e Stefan De Vrij, entrambi sugli sviluppi di un calcio d'angolo, espugnano Kiev battendo 2-0 la Dinamo e volando ai quarti di finale di Europa League.

Nella sera in cui Ciro Immobile litiga con il pallone, sprecando almeno tre occasioni clamorose, Lulic e compagni trovano il contributo fondamentale di due leader silenziosi ma decisivi ai fini del passaggio del turno. Oltretutto il risultato non riflette appieno il dominio degli ospiti, che avrebbero potuto chiudere ben prima del 37' della ripresa la pratica qualificazione se solo avessero capitalizzato la gran mole di occasioni create.

La Lazio può comunque festeggiare l'ingresso tra le migliori otto scrollandosi di dosso le ultime delusioni in campionato e Coppa Italia. Simone Inzaghi è costretto a riunciare a Milinkovic-Savic: Luis Alberto viene arretrato sulla linea mediana, davanti agiscono Immobile e Felipe Anderson. In difesa linea a tre composta da Luiz Felipe, De Vrij e Radu. La Lazio parte subito forte e prova a mettere le cose in chiaro. Luis Felipe serve nello spazio Immobile, che si allarga a destra e dopo aver saltato il portiere calcia verso la porta sguarnita trovando l'opposizione di Kadar. Al 16' nuovo tentativo del centravanti biancoceleste, che di sinistro calcia sull'esterno della rete. La Lazio continua a premere e al 23' passa: traiettoria perfetta da calcio d'angolo di Luis Alberto, Lucas Leiva anticipa il portiere in uscita e di testa insacca.

 

Poco prima della mezz'ora arriva il primo sussulto dei padroni di casa: Besedin scarica all'indietro su Tsygankov, che dal limite manda di poco alto sopra la traversa. Quello ucraino tuttavia è solo un lampo in un monologo biancoceleste. Immobile però non è in giornata: sono da matita rossa infatti gli errori al 38' (da due passi di sinistro calcia la sfera sul piede destro) e al 42' (esterno murato da Kadar con gran parte dello specchio della porta disponibile). Anche in avvio di ripresa gli ospiti sbagliano sotto porta l'impossibile. Come al 5' quando Patric a porta sguarnita calcia incredibilmente alto sopra la traversa. All'11' ci prova Luis Alberto a ipotecare la qualificazione, ma la sua punizione finisce a un soffio dall'incrocio dei pali. Con il passare dei minuti la Lazio abbassa un po' il proprio baricentro, pur continuando a sprecare a turno con Parolo e Felipe Anderson, consentendo agli ucraini di mettere il naso fuori. Al 33' Gonzalez calcia di poco sopra la traversa. Per fortuna dei biancocelesti ci pensa De Vrij a evitare un finale al cardiopalma: angolo di Luis Alberto, Luiz Felipe prolunga sul secondo palo per l'olandese che da distanza ravvicinata segna il 2-0. La Dinamo non ne ha più, la Lazio esulta e vola ai quarti. 

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Champions League, allenamento del Real Madrid prima della semifinale con il Bayern Monaco

Champions, Bayern medita rivincita sul Real. Zizou: "Daremo 150%"

Le due squadre si affrontano di nuovo dopo il confronto di un anno fa che vide i bavaresi uscire di scena ai quarti tra mille polemiche

Liverpool vs AS Roma - Semifinale di andata Champions League 2017/2018

Champions, arrestati due tifosi della Roma a Liverpool: grave il supporter dei Reds aggredito

Colpito con una cintura. "Avvertita la famiglia". La società giallorossa condanna gli incidenti. La Uefa minaccia punizioni

Liverpool vs AS Roma - Semifinale di andata Champions League 2017/2018

Le pagelle di Liverpool- Roma. Salah un faraone in paradiso

L'egiziano merita un 9, Firmino prende 8. Nella Roma sis alvano Dzeko e Schick

Liverpool vs Roma - UEFA Champions League 2017/2018

Di Francesco: "Persi troppi duelli. Ma ora dobbiamo crederci"

L'allenatore della Roma: "Avevamo preparato delle cose, ne sono accadute altre. Troppi errori". Fazio: "Siamo dei guerrieri, lotteremo fino all'ultimo"