Giovedì 14 Settembre 2017 - 21:45

Europa League, l'Atalanta è perfetta: Everton travolto 3-0

Una partita dominata dai ragazzi di Gasperini, che hanno inflitto una vera e propria lezione di calcio a Rooney e compagni

Atalanta - Everton

E' dolce come non mai il ritorno in Europa dell'Atalanta. A 26 anni di distanza dall'ultima avventura europea gli orobici travolgono 3-0 al Mapei Stadium il più quotato Everton nella prima gara valida per la fase a gironi di Europa League. Una partita dominata da parte dei ragazzi di Gasperini, che hanno inflitto una vera e propria lezione di calcio a Rooney e compagni. La 'Dea' ha schiantato i 'Toffess' negli ultimi venti minuti del primo tempo, per poi gestire senza problemi il risultato nella ripresa. Di Masiello in mischia la rete del vantaggio, di Cristante in contropiede il sigillo del 3-0. Nel mezzo, la magia di Gomez, per una notte da incorniciare che difficilmente i lombardi potranno dimenticare.

Gasperini punta sul 3-5-2 con il tandem offensivo composto da Gomez e Petagna. In mezzo agiscono Freuler, De Roon e Cristante, sugli esterni tocca a Castagne ed Hateboer. Dietro panchina per Caldara: in campo Palomino, Toloi e Masiello. Dalla parte opposta Koeman non rinuncia a Wayne Rooney, schierato sulla tre quarti nel 4-2-3-1 con Calvert-Lewin unico riferimento offensivo.

L'avvio dell'Atalanta fa ben sperare anche se la prima palla gol capita sui piedi di Rooney, che al 15' riceve da Sigurdsson e tenta un pallonetto dalla tre quarti campo. Palla sopra la traversa ma grosso spavento per il pubblico del Mapei Stadium, gremito come non mai. Un minuto dopo 'Wazza' impegna per la prima volta con un tiro dalla distanza Berisha, che fa buona guardia. Al 26' Masiello sfiora il vantaggio: Gomez inventa per Petagna che scarica sul difensore: Stekelenburg risponde presente. L'appuntamento con il gol per il difensore però è rinviato solo di qualche secondo: sugli sviluppi di un calcio d'angolo proprio Masiello risolve da due passi in mischia facendo esplodere di gioia i tifosi della 'Dea', accorsi numerosi a Reggio Emilia. Il gol mette le ali all'undici di Gasperini, che sfonda da ogni parte. Petagna manca la zampata vincente poco dopo la mezz'ora, Hateboer al 32' tenta un tiro cross che non viene raccolto dagli attaccanti. Al 37' Gomez da posizione favorevolissima calcia debolmente tra le braccia del portiere. L'Everton però fatica tremendamente a riorganizzarsi e al 41' i padroni di casa colpiscono ancora con una autentica magia del 'Papu'. Gomez riceve palla sulla trequarti, si accentra dalla sinistra e fa partire un tiro a giro imprendibile per Stekelenburg. Il 'Mapei Stadium' è una bolgia, ma l'Atalanta non è sazia e in contropiede cala il tris. Al 44' un recupero di Hateboer favorisce Petagna, che serve in corsa Cristante che solo davanti al portiere non sbaglia. E' la rete che chiude la partita.

Stordito dall'uno-due subito in chiusura di frazione, l'Everton combina poco o nulla nella ripresa. Anzi, rischia di incassare il quarto gol da parte di Freuler, la cui botta dalla distanza al 12' va a scheggiare la traversa. Koeman capisce che non è aria e risparmia qualche minuto a Rooney, in vista del difficile impegno di campionato contro il Manchester United di domenica. L'Atalanta chiude il match in pieno controllo e inizia la propria avventura europea nel miglior modo possibile.

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Mondiali, Cairo: "Italia-Svezia? Troppe parole, serve orgoglio per passare"

Il presidente del Toro in vista del match di stasera: "È un'impresa non facile. Serve 'cazzimma'"

Atalanta - Spal

Rizzo replica a Cristante: Spal frena corsa Atalanta

Risultato tutto sommato corretto per quanto visto sul terreno bagnato di Bergamo