Giovedì 16 Febbraio 2017 - 23:00

Europa League, furia Dzeko: Roma corsara, 4-0 al Villareal

Spettacolare il gol di Emerson dalla distanza, poi il bosniaco firma una tripletta

Dzeko in Europa League - Villareal vs Roma

 E' sempre più la Roma di Edin Dzeko: grazie una tripletta del bosniaco e ad un gol di Emerson Palmieri i giallorossi si impongono per 4-0 in casa del Villareal ipotecando il passaggio agli ottavi di finale di Europa League. Prestazione di grande solidità della squadra di Spalletti, che controllano nella prima mezzora la foga degli spagnoli per poi piazzare quattro zampate a cavallo dei due tempi. Spettacolare il gol di Emerson dalla distanza, poi Dzeko si conferma sempre più punta di diamante di questa Roma. Per il bosniaco sono già 26 i gol stagionali fra tutte le competizioni, con 8 reti è anche capocannoniere del torneo. Il ritorno dell'Olimpico sarà a questo punto una pura formalità.

All'Estadio de la Ceramica, Spalletti schiera Stephan El Shaarawy in campo dal primo minuto. Il Faraone, partito dalla panchina domenica scorsa a Crotone, ritrova un posto da titolare e con Radja Nainggolan agirà a supporto di Edin Dzeko. Tra i pali, come di consueto nelle coppe, avvicenda Szczesny con Alisson, mentre a centrocampo il tecnico giallorosso rilancia De Rossi. Nel Villareal titolare Sansone in attacco.

Roma che inizia subito con personalità, bloccando tutte le iniziative del Villareal e sempre pronta a sfondare sulle fasce per cercare Dzeko con i cross di Bruno Peres ed Emerson. E' proprio del centravanti bosniaco il primo tentativo della Roma con un destro ciabattato dai venti metri con palla ampiamente a lato. Con il passare dei minuti la squadra di casa prende in mano le redini dell'incontro con maggior determinazione, chiudendo i giallorossi nella propria metà campo. Il tentativo più perisoloso degli spagnoli è un sinistro dalla distanza di Castillejo con palla alta non di molto. Alla mezzora Roma in vantaggio: Emerson ruba palla proprio a Castillejo, si accentra e dai venti metri fulmina il portiere con un destro all'incrocio. Il brasiliano ci prova ancora al 46' con un sinistro in diagonale respinto di pugni da Asenjo.

Nel secondo tempo, anche per rispondere ai fischi del pubblico, il Villareal prova a stringere i tempi e si riversa in avanti alla ricerca del pareggio. Ci prova subito Bakambu con un destro dal limite alto. Spagnoli ancora vicini al pari con un colpo di testa di Gaspar respinto da Allison. Il portiere brasiliano viene chiamato più volte in causa da una serie di conclusioni deboli e centrali. Con la squadra di casa più aggressiva si aprono spazi per i contropiedi della Roma con El Shharawy e il neo entrato Salah sempre pronti a ripartire. Ed è proprio su un assist perfetto dell'egiziano che al 64' Dzeko, con un bel controllo e un sinistro rasoterra firma il 2-0. Il raddoppio giallorosso taglia le gambe al Villareal, Spalletti può concedere un po' di respiro a Rudiger inserendo Juan Jesus. Nel finale la Roma dilaga fino al 4-0 con altri due gol dello scatenato Dzeko: il bomber bosniaco prima difende di forza un pallone a centro area su lancio di Juan Jesus e scarica un destro potente alle spalle del portiere, poi supera Asenjo con un sinistro rasoterra su assist di Nainggolan.

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Europa League - Zulte Waregem vs Lazio

Europa League, Lazio ko indolore in Belgio: Zulte vince 3-2

Si chiude con una sconfitta la fase a gironi della coppa Europea. Ma i biancocelesti sono comunque già qualificati

Europa League - Atalanta - Olympique Lyonnais

Atalanta bella di Coppa. Anche il Lione deve inchinarsi

Quattro vittorie, due pareggi e il primo posto nel girone. La squadra di Gasperini va avanti alla grande in Europa League. E si candida al ruolo di sorpresa

Europa League - Zulte Waregem vs Lazio

Europa League, Waregem-Lazio 3-2

Si chiude con una sconfitta la fase a gironi della coppa Europea. Ma i biancocelesti sono comunque già qualificati

Rijeka vs Milan - Europa League

Milan, due sberle anche a Rijeka. Gattuso non riesce a dare la carica

La qualificazione ai sedicesimi non era a rischio, ma i rossoneri hanno giocato male: lenti, prevedibili e senza cuore