Giovedì 23 Giugno 2016 - 07:30

Euro 2016, l'Irlanda batte l'Italia 1-0 e si qualifica per gli ottavi

Rete di Brady di testa a cinque minuti dal termine ed Eire è qualificata, la Svezia perde 1-0 col Belgio ed è fuori

Brady festeggia la rete della vittoria

 La storia che si ripete, come a Usa '94 l'Irlanda supera 1-0 l'Italia ma questa volta il successo vale doppio. I verdi infatti salgono a quattro punti in classifica nel girone E e approdano agli ottavi di finale come migliore terza. Una prova tutto cuore quella dei ragazzi di On'Neill che alla fine meritano la vittoria anche solo per onorare il meraviglioso pubblico che li ha spinti in modo incessante e assordante per tutti i 90'. Una brutta Italia, evidentemente con la testa già all'ottavo di finale contro la Spagna, subisce la prima sconfitta del suo Europeo al termine di una gara che non ha dato le indicazioni sperate da Conte.

A parte la difesa, bucata solo nel finale da Brady su errore di Bonucci, male il centrocampo con Motta e Florenzi insufficiente, Sturaro disastroso. Azzurri in difficoltà anche sulle fasce soprattutto nel primo tempo con Bernardeschi, mentre in avanti solo Zaza e nel finale Insigne hanno provato a mettere in difficoltà la retroguardia irlandese. Proprio il piccolo attaccante napoletano è stato il più pericoloso degli azzurri colpendo un palo sullo 0-0, forse Conte dovrebbe tenerlo più in considerazione anche per le prossime partite. Ora si torna a Montpellier per preparare la sfida contro le Furie Rosse spagnole lunedì a Saint Denis. Sarà un'Italia diversa non solo negli uomini, ma ci si augura anche nell'atteggiamento. Per l'Irlanda, invece, la sfida sarà contro i padroni di casa della Francia.

Confermato l'ampio turnover annunciato dallo stesso Conte, ma in difesa c'è comunque Leonardo Bonucci al fianco di Barzagli e Ogbonna. Il centrale azzurro è già ammonito ed è a rischio squalifica per gli ottavi di finale contro la Spagna. Sulle fasce il ct sceglie Bernardeschi e De Sciglio, a metà campo spazio a Thiago Motta con Sturaro e Florenzi. Coppia d'attacco Zaza-Immobile. Completamente rinnovata anche la formazione irlandese, O'Neill sceglie un 4-4-2 con Duffy e Keogh al centro della difesa. Solo panchina per il capitano O'Shea. A centrocampo fuori anche Hoolahan, mentre in attacco gioca Murphy al fianco di Long. Si gioca allo stadio Pierre Mauroy di Lille, chiuso per l'occasione e su un terreno di gioco in pessime condizioni.

Primo tempo giocato a ritmi altissimi, con l'Irlanda che in particolare la mette sul piano fisico. I ragazzi di O'Neill non risparmiano interventi duri, proprio come chiesto dal loro viceallenatore, l'ex leggenda del Manchester Utd Roy Keane, in settimana. Azzurri chiaramente con il freno a mano tirato e che si limitano a cercare il lancio lungo ma con le due punte preda dei rudi difensori avversari. Zero tiri in porta per l'Italia, insidiosa solo con un tiro-cross di Bernardeschi in avvio deviato in angolo dal portiere e un tentativo di Immobile dal limite nel finale finito a lato. Irlanda vicina al gol dopo dieci minuti con un sinistro di Hendrick dal limite di un soffio a lato alla destra di Sirigu. Con un pressing a tratti asfissiante, i verdi costringono l'Italia nella sua metà campo. Sono in particolare i cross dei due mancini Brady e Ward a mettere a tratti in crisi la difesa azzurra: Irlanda pericolosa al 21' con un colpo di testa di Murphy, su azione di calcio d'angolo, deviato con un balzo felino in angolo da Sirigu. Ancora su un calcio d'angolo ci prova Duffy contrastato bene dalla difesa azzurra. Nel finale veementi proteste irlandesi per la mancata concessione di un rigore per un evidente fallo di Bernardeschi su McClean.

Secondo tempo quasi sulla stessa falsariga. Parte meglio l'Italia, al 53' su cross di De Sciglio dalla sinistra Zaza prova la girata al volo da centro area con palla di poco alta sulla traversa. Subito dopo rischio corso da Bonucci, per un fallo ai danni di un avversario al limite. Il centrale azzurro poteva essere ammonito e saltare quindi l'ottavo contro la Spagna. Spinta dall'assordante boato dei suoi tifosi, l'Irlanda si riversa in avanti alla ricerca del gol qualificazione. Azzurri in evidente difficoltà. Termina dopo 60' la partita di Bernardeschi, al suo posto dentro Darmian. E' poi la volta di Insigne al posto di Immobile. Replica O'Neill inserendo McGeady al posto di Murphy e Hoolahan per McCarthy. E' proprio di Insigne l'occasione migliore per l'Italia, un destro a giro dai venti metri che si infrange sul palo a Randolph battuto. L'ultima mossa di Conte è l'inserimento di El Shaarawy per De Sciglio a sinistra. Nell'assalto finale, Eire vicinissima al vantaggio con il neo entrato Hoolahan, che su una palla persa degli azzurri a centrocampo, si presenta solo davanti a Sirigu ma sbaglia. All'85' arriva però il meritato gol irlandese: cross dalla destra proprio proprio di Hoolahan per l'inserimento vincente di testa di Brady. Nell'occasione errore di Bonucci che si perde la marcatura. Esplode il boato dello stadio, per i tifosi verdi dell'Irlanda è un gol che vale la storia. Vittoria meritata e qualificazione, sarà grande festa questa notte per le strade di Lille.

Scritto da 
  • dall'inviato Antonio Martelli
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Sturaro e la lite su Instagram con un dodicenne: "Ritardato"

Bufera sul calciatore della Juve dopo una lite dai toni molto accesi con un piccolo tifoso napoletano

Champions. Real Madrid V Borussia Dortmund

Pallone d'Oro: 5° trionfo per Ronaldo, raggiunto Messi

Il campione portoghese è stato premiato a Parigi. "Lavoro ogni anno per questo obiettivo"

Londra, presentazione logo e programma Europei 2020

Europei 2020, si giocherà a Roma la partita inaugurale

L'annuncio Uefa accolto con entusiasmo da Lotti e Raggi: "Una splendida notizia"

"Inter nelle fogne": bufera per frasi anti-neroazzurri su JuveTv

Un ospite dell'emittente bianconera ha insultato gli avversari a pochi giorni dalla partitissima dell'Allianz Stadium