Venerdì 20 Gennaio 2017 - 21:00

Estradato negli Usa 'El Chapo': si è dichiarato non colpevole

Il narocs era il capo del Cartello del Sinaloa

Estradato negli Usa 'El Chapo', il signore della droga messicano

Il signore della droga messicano, Joaquin 'El Chapo' Guzman, si è professato non colpevole davanti al tribunale federe di Brooklyn dove è comparso alle 14 locali (le 20 in Italia), a meno di 24 ore dall'estrazione dal Messico. El Chapo, che  deve rispondere di 17 capi di accusa, è stato estradato nella notte negli Stati Uniti ed è atterrato in un aeroporto alle porte di New York, quello di MacArthur. Le immagini dell'arrivo, intorno alle 21.30 ora locale, cioè le 2.30 in Italia, sono state trasmesse da diversi canali televisivi tra cui la Cnn. 'El Chapo' affronta negli Stati Uniti sei diverse accuse ma per i procedimenti formali comparirà per prima a New York. Il narcotrafficante messicano, leader del Cartello del Sinaloa, già protagonista di due spettacolari evasioni dal carcere, a New York è accusato di avere guidato una banda criminale che dal 2003, insieme ad altri capi del narcotraffico messicano, ha inviato e distribuito negli Stati Uniti circa 457 tonnellate di cocaina, e di essere legato a una decina di omicidi. A 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bangladesh's Prime Minister Sheikh Hasina, attends the annual meeting of the World Economic Forum (WEF) in Davos

Bangladesh, 10 condanne a morte per tentato omicidio leader Hasina

Nel 2000 avevano fatto esplodere una bomba da 75 kg

Attacco ad un mezzo militare a Parigi

Francia, presunta sparatoria a Nimes: evacuata la stazione

I media francesi danno notizia di tre uomini arrestati dalla polizia dopo una sparatoria, ma per la prefettura non ci sarebbero stati colpi di arma da fuoco

Militanti ceceni prendono in ostaggio oltre 1000 tra donne e bambini in una scuola a Ossezia, Russia

Russia, accoltella otto passanti: Isis rivendica l'attentato

L'assalitore è un giovane del posto le autorità russe avevano scartato la pista del terrorismo