Mercoledì 02 Novembre 2016 - 20:15

Obama: Le insinuazioni non influenzino l'opinione pubblica

Il presidente degli Stati Uniti: "Da Hillary errore ingenuo, non la sosterrei se non avessi assoluta fiducia"

Emailgate, Obama: Insinuazioni non influenzino opinione pubblica, da Hillary errore ingenuo

 Hillary Clinton, a proposito dell'emailgate, ha fatto un "errore ingenuo" che "ha finito per essere ingigantito come se fosse una cosa folle". Così il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, nel suo primo commento da quando l'Fbi ha riferito di avere trovato nuove e-mail forse legate a Clinton, in un'intervista alla radio NowThisNews, registrata ieri e mandata in onda oggi. "Non la sosterrei se non avessi assoluta fiducia nella sua integrità e nel suo interesse a garantire che i giovani abbiano un futuro migliore", ha detto Obama, precisando che non intende immischiarsi comunque nella faccenda. Le indagini non dovrebbero permettere che suggerimenti o insinuazioni influenzino l'opinione pubblica, ha detto ancora il presidente Usa.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nord Corea, Rodman: Liberazione studente grazie al mio viaggio

Nord Corea, Rodman: Liberazione studente grazie al mio viaggio

L'intervento dell'ex stella dei Chicago Bulls dopo il viaggio di cinque giorni a Pyongyang

Coalizione Usa: No ci sono prove se al-Baghdadi sia vivo o morto

Coalizione Usa: No ci sono prove se al-Baghdadi sia vivo o morto

"Se vivo non è in grado di influenzare quello che sta avvenendo attualmente a Raqqa o a Mosul"

Washington Post: Cia ha accertato coinvolgimento di Putin in hackeraggio elezioni

La Cia accertò intervento di Putin in hackeraggio elezioni Usa

Secondo il Washington Post il presidente russo avrebbe lavorato per far eleggere Trump e danneggiare Clinton

Russia, commissione elettorale: Navalny non potrà correre per presidenza

Russia, il blogger Navalny non potrà correre per presidenza

Parere negativo da commissione a causa della sua condanna penale