Domenica 10 Dicembre 2017 - 09:45

Renzi: "Non faremo un governo con Berlusconi. Grasso e Boldrini sulle orme di Fini"

Il segretario dem all'attacco: "La contesa per il primo partito è tra noi e M5S". E sui presidenti delle Camere: "Ogni voto a Liberi e uguali è regalato alla destra"

Matteo Renzi ospite di Porta a Porta

Il Pd non farà un governo con Fi di Berlusconi. Lo dice il segretario del Partito democratico Matteo Renzi, intervistato dal quotidiano Repubblica. Il leader dem non si stupisce per le accuse dei Cinque stelle di strumentalizzazione della marcia contro il fascismo. "Non a caso - sottolinea il segretario - Forza Nuova ha detto ieri che il vero nemico è il Pd. Onoratissimi, noi siamo un'altra cosa". E sul M5S Renzi dice: "La contesa per il primo partito è tra noi e M5S, non faremo governi con mister Spread Berlusconi. Lavoro perché ci sia un premier Pd".

Nell'intervista Matteo Renzi parla di tutto anche di "Grasso e Boldrini sulle orme di Fini". "È sorprendente la discesa in campo dei presidenti delle Camere. I loro predecessori non hanno brillato nelle urne. Ogni voto a Liberi e uguali è regalato alla destra", dice.

Sul suo ruolo politico, Renzi afferma che la sua "fase zen è finita". "Ora - spiega - si deve lottare casa per casa. Ai dirigenti del Pd dico che non tollererò chi si rassegna al primo sondaggio negativo. Si può vincere".

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Vertice tra i 'big' del governo: "Impegno su debito". Scende lo spread

Telefonata tra Conte, Di Maio, Salvini e Tria. Il differenziale Btp-Bund in calo dopo aver toccato quota 278 punti base

Marco Minniti alla festa de L'Unità di Torino

Tav, Esposito: "Perino vs M5S? Pd stani grillini con una mozione"

L'ex senatore dem esorta il suo partito a mettere Toninelli "nella condizione di dover votare un documento al di là della propaganda"

M5s, festa del governo del cambiamento

Allarme suicidi tra i militari, Trenta: "Più caserme al Sud e sostegno psicologico"

La titolare della Difesa: "Occorre lavorare duramente per stare più vicino ai nostri militari e alle loro famiglie"

Conferenza stampa del Movimento NoTav a Venaus

No Tav, è rottura con il M5S. "In che mani ci siamo messi!"

Un documento di Alberto Perino, leader del movimento contrario alla Torino-Lione, prende le distanze dall'"immobilismo" dei 5 Stelle. Lo riferisce Repubblica.it