Giovedì 19 Novembre 2015 - 18:30

Editoria, Prs cede Novella2000 e Visto a Visibilia di Santanchè

L'offerta prevede che Visibilia Editore acquisti da Prs il ramo d'azienda titolare dei periodici Novella2000 e Visto, ad un prezzo complessivo di 10 mila euro

Editoria, Prs cede Novella2000 e Visto a Visibilia di Santanchè

A quanto risulta con certezza a LaPresse, le testate Novella2000 e Visto, che erano di proprietà di Prs Editore, che le aveva comprate due anni fa da Rcs, sono state cedute a Visibilia Editore, la società quotata in Borsa fondato nel 2007 dall'imprenditrice Daniela Santanchè.

 La parlamentare azzurra è l'amministratrice delegata di Visibilia Editore, Paola Ferrari la presidente. La quota di maggioranza della società editoriale, pari al 71,54%, risulta di Visibilia Editore Holding Srl. Seguono tra i soci Elena Rodriguez Palacios, con il 6,29%, quindi Alevi Srl e Mo.da. Gioielli, entrambi con il 5,82%. Sul mercato la società, quotata in Borsa sul segmento Aim Italia, ha una fetta del 5,84%.

 

Prs aveva comprato da Rcs, a giugno del 2013, una serie di riviste periodiche, oltre a Novella2000 e Visto, tra cui Astra, OK La Salute Prima di Tutto e il cosiddetto 'Sistema Enigmistica'. Il gruppo Prs non ha per ora commentato l'operazione. "Volevamo allargare il nostro perimetro, ci crediamo molto soprattutto perché sono due brand molto riconosciuti dagli italiani", ha detto invece Santanché a LaPresse in merito all'acquisto delle due testate. "Racconteremo la storia d'Italia attraverso il gossip", ha aggiunto.

 

RACCONTO DELL'ITALIA CON GOSSIP. "Racconteremo la storia d'Italia attraverso il gossip". Così Santanché a LaPresse commenta la notizia della cessione delle due testate a Visibilia Editore, di sua proprietà. "Volevamo allargare il nostro perimetro - prosegue la deputata di Forza Italia -  ci crediamo molto soprattutto perché sono due brand molto riconosciuti dagli italiani. Novella 2000 è infatti nel cuore di tutti gli italiani". Nei prossimi giorni annuncia Santanché "ci sarà un piano industriale di sviluppo del gruppo".

 

L'OPERAZIONE. L'offerta prevede che Visibilia Editore acquisti da Prs il ramo d'azienda titolare dei periodici Novella2000 e Visto, ad un prezzo complessivo di 10 mila euro, oltre a 167 mila euro a titolo di Tfr e oneri indiretti relativi al personale trasferito. Il corrispettivo verrà pagato, quanto ai 10 mila euro alla data del closing e per la parte residua di 167 mila a titolo di accollo delle passività stimate gravanti sul ramo di azienda oggetto di cessione che risulteranno maturate a carico della Prs entro il 31 dicembre 2015.

 

Il ramo d'azienda presenta un fatturato netto di 7,060 milioni di euro, un Ebitda negativo per 1,482 milioni, un attivo totale di 177 mila euro e un patrimionio netto di 10 mila euro. "Quest'operazione - spiega la nota che conferma l'operazione - rientra nel progetto di rafforzamento industriale di Visibilia Editore e consentirà all'Emittente di acquisire un'importante massa critica a livello di fatturato, rilevando dopo le testate VilleGiardini, Ciak e PC Professionale ulteriori testate periodiche italiane". Novella2000 è un periodico settimanale con 3.095.170 copie vendute in edicola nel 2014; analogamente, Visto è un periodico settimanale con 3.393.725 copie vendute in edicola, sempre nel 2014.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

The logo of Banca Etruria is seen in downtown Rome

Etruria, commissione banche: sì all'audizione di Ghizzoni

Giovedì si deciderà su Zonin, Consoli e D'Aguì, imputati in procedimenti connessi

FILE PHOTO - The logo of Amazon is seen at the company logistics center in Lauwin-Planque northern France

Agcom diffida Amazon: "Regolarizzare i servizi postali"

Il Garante delle comunicazioni invita la società leader nel e-commerce a mettere in regola la sua posizione

Portugal's Finance Minister Centeno speaks during an interview with Reuters in Lisbon

Eurogruppo, ecco chi è il nuovo presidente Mario Centeno

Cinquant'anni, laurea ad Harvard, è il primo ministro di un Paese dell'Europa meridionale a diventare presidente dell'Eurogruppo