Venerdì 22 Luglio 2016 - 15:00

Editoria, dopo arresto Veneziani per Gve offerta di Giovanni Corsi

Si tratta di una proposta del valore di 3,3 milioni di euro

Editoria, dopo arresto Veneziani per Gve offerta di Giovanni Corsi

Dopo l'arresto dell'editore Guido Veneziani, finito in manette martedì a Milano per bancarotta fraudolenta per il fallimento della Roto Alba, la storica stamperia cuneese, l'imprenditore Giovanni Corsi ha inoltrato ai curatori fallimentari una proposta del valore di 3,3 milioni di euro. E' quanto riporta DailyMedia. Si tratta di un'offerta alternativa a quella di Vittorio Farina, che attualmente con la D.Print gestisce testate tra cui 'Vero', 'Vero Tv', 'Donna al top' e altre. Veneziani, che aveva puntato anche al rilancio dell'Unità, controllava ulteriori stamperie come la Mazzucchelli di Seriate e la Ilte di Moncalieri (che risultano fallite). Nelle scorse settimane era andata deserta la prima asta per la vendita di alcuni macchinari dello stabilimento. Già fine maggio non era pervenuta nessuna offerta per la base d'asta, fissata in 5 milioni 125mila euro sul tavolo dei curatori fallimentari della Guido Veneziani Periodici (Gdv) e della Gve. Due giorni fa si è ancora tenuta una seconda sessione d'asta, su una base di 3,5 milioni, anch'essa andata deserta. I proventi della liquidazione servirebbero a pagare i debiti dell'editore nei confronti dei 130 lavoratori.

La svolta è arrivata con una proposta da 3,3 milioni di euro complessivi per le testate e per la casa editrice da parte dell'imprenditore Giovanni Corsi, già impegnato con Veneziani nella costruzione di una nuova casa editrice di giornali popolari. La proposta prevede un affitto-ponte per 10 mesi a un canone mensile di 30mila euro per le testate gestite dalla D.Print e poi l'impegno a formulare una proposta d'acquisto di Gve per circa 3 milioni di euro. Il contratto d'affitto garantisce, però, a Farina il diritto di prelazione da esercitare entro cinque giorni dalla comunicazione della valutazione dell'offerta di Corsi, che Farina sta ancora valutando.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Dal 2018 LaPresse distribuirà in Italia testi, foto e video di AFP

Accordo con il colosso francese. Marco Durante: "Crescere insieme". Christine Buhagiar: "Intesa con un attore principale del panorama italiano"

Il "cavallo morente" simbolo della Rai in Viale Mazzini

Rai, Comitato Informazione Pubblica: "Graduatoria Concorso 2015 resti unico riferimento per le assunzioni"

"A due anni di distanza, ancora non è dato sapere come l'azienda intenda agire per assicurare la salvaguardia e il rispetto delle posizioni e aspettative sorte in capo agli idonei"

Nicola Assetta entra in LaPresse. Sarà vicedirettore e capo area video

Il direttore Vittorio Oreggia: "Continua l'opera di espansione". Il presidente Marco Durante: "Il video è sempre più il nostro core business"

Tribunale di Torino condanna Blasting News a risarcire LaPresse

Il sito web sanzionato per l'utilizzo illegittimo di materiale fotografico