Giovedì 27 Ottobre 2016 - 13:45

E' morto Michael Massee, l'attore che 'uccise' Brandon Lee

Il figlio di Bruce Lee fu raggiunto accidentalmente da un colpo di pistola durante le riprese de 'Il corvo'

E' morto Michael Massee, l'attore che 'uccise' Brandon Lee

È morto oggi all'età di 61 anni Michael Massee, l'attore passato alla storia come colui che ha accidentalmente ucciso Brandon Lee, figlio del leggendario Bruce, durante le riprese del film d'azione 'The crow' (Il corvo).

L'attore Anthony Delon è stato il primo a comunicare via Instagram il decesso di Massee, poi confermato dal suo agente alla rivista The Hollywood reporter. La lunga carriera di Massee è stata fatalmente segnata dal colpo di pistola che ha stroncato la vita del 28enne figlio di Bruce Lee il 31 marzo 1993.

Il film, diretto dall'australiano Alex Proyas, è comunque uscito nelle sale nel maggio 1994 grazie a ritocchi digitali e controfigure che hanno portato a raddoppiare i costi di produzione, ricompensati dall'enorme successo della pellicola.

L'incidente avvenuto durante le riprese ha portato Massee lontano dai set per molto tempo. "Credo che non ci si possa mai riprendere da una cosa del genere", aveva dichiarato l'attore in un'intervista del 2005. Durante la sua carriera, Masse ha recitato in quasi 80 film e spettacoli televisivi, e rivestito parti importanti in film come 'Seven', 'The Game', 'Lost Highway', 'Catwoman', 'The Amazing Spider-Man' e 'The Amazing Spider-Man 2'. Tra i più noti ruoli televisivi si ricordano il cattivo Ira Gaines nella prima stagione di '24' e il malvagio Charles Hoyt in 'Rizzoli & Isles'; oltre alle sue apparizioni in 'X-Files', 'Alias', 'Supernatural', 'House' o 'The blacklist'.

"Sono profondamente dispiaciuto della sua morte", ha dichiarato su Twitter Angie Harmon, attrice di 'Rizzoli & Isles'. "Aveva un talento immenso ed era la più calda delle anime. È stato un privilegio conoscerlo", ha concluso l'attrice.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nuova indagine su Kevin Spacey per aggressione sessuale

Aperta a Londra un'inchiesta dopo una denuncia per presunte molestie avvenute nel 2005

Woody Allen in conferenza stampa

Molestie, Woody Allen smentisce di nuovo le accuse di Dylan Farrow: "E' stata sua madre a convincerla"

Secondo il regista, stanno "cinicamente" approfittando del movimento anti-molestie per rilanciare delle "accuse screditate"

Photocall del film "The post"

The Post, Spielberg racconta il giornalismo: “Con Trump la libertà di stampa è in pericolo”

Il regista Steven Spielberg e i protagonisti Tom Hanks e Meryl Streep a Milano per presentare in anteprima il loro prossimo film, inelle sale italiane dale 1 febbraio

Catherine Deneuve chiede scusa: "Abbraccio le vittime delle molestie"

L'attrice francese non si pente della firma sotto l'appello alla "libertà di molestare". Ma chiede scusa a chi si è sentita offesa