Sabato 15 Aprile 2017 - 17:15

Dzeko non basta: la Roma è fermata dall'Atalanta all'Olimpico

Un pareggio che fa scivolare la Roma a -8 dalla Juventus che ormai vede sempre più vicino il sesto scudetto di fila

Dzeko non basta: la Roma è fermata dall'Atalanta all'Olimpico

Non basta il 25° gol stagionale di Edin Dzeko alla Roma per battere l'Atalanta. Anzi, la rete del bomber bosniaco evita il peggio visto che erano stati i nerazzurri di Gasperini a passare in vantaggio con Kurtic. Un pareggio che fa scivolare la Roma a -8 dalla Juventus che ormai vede sempre più vicino il sesto scudetto di fila. La squadra di Spalletti deve ora guardarsi le spalle dal Napoli, che vincendo contro l'Udinese nel posticipo tornerebbe a -2 nella lotta per il secondo posto. Prestazione a due facce dei giallorossi, abulici nel primo tempo e decisamente più vivi nella ripresa. Pur in formazione ampiamente rimaneggiata l'Atalanta si conferma squadra compatta e ormai matura per l'alta classifica. I nerazzurri di Gasperini difendono il quinto posto in classifica a +2 sul Milan e +4 sull'Inter. Il sogno Europa League per Petagna e compagni continua.

Spalletti deve rinunciare ad Emerson, ma recupera in extremis De Rossi. A sinistra gioca Mario Rui, in avanti si rivede Perotti al posto di El Shaarawy. Sul fronte opposto Gasperini, oltre a Gomez, squalificato, e a Spinazzola, infortunato, deve fare a meno in extremis anche di Berisha influenzato. Tra i pali spazio a Gollini. Al posto di Gomez è Freuler a giocare con Kurtic dietro a Petagna. A centrocampo si rivede Kessié. Ottimo primo tempo dell'Atalanta, meritatamente avanti all'Olimpico contro una brutta Roma, lenta e senza idee. Gli orobici sorprendono i giallorossi con una serie di rapide verticalizzazioni e, dopo aver sfiorato il vantaggio in avvio con Hateboer, passano in vantaggio al 22' con un gran sinistro al volo di Kurtic su cross dalla sinistra di Conti. La Roma prova a reagire, ma l'unica azione degna di nota dei giallorossi è un colpo di testa di De Rossi su calcio d'angolo. La squadra di Spalletti commette troppi errori soprattutto nei passaggi, rendendo tutto più facile per i nerazzurri di Gasperini.

Nel secondo tempo è tutta un'altra Roma: la squadra di Spalletti schiaccia letteralmente l'Atalanta nella sua metà campo e nel giro di venti minuti trova il pareggio e sfiora almeno tre volte il vantaggio. Il gol porta la firma di Dzeko al 50' su assist di testa di Salah dopo un cross di Mario Rui. Posizione dubbia del bosniaco, forse in fuorigioco. Poi De Rossi scheggia il palo con una spettacolare rovesciata su azione di calcio d'angolo e ancora Dzeko manca la deviazione vincente da pochi passi su un cross dalla sinistra di Perotti. Sfortunato anche Nainggolan che al 63' entra in area dalla destra e scarica un destro terrificante che si infrange contro la traversa a Gollini battuto. Spalletti si gioca anche la carta El Shaarawy al posto di De Rossi e Totti per Perotti per dare ancora maggior incisività all'attacco. L'Atalanta però resiste e anzi nel finale si rende anche pericolosa in contropiede con il neo entrato Paloschi. Roma che esce fra i fischi dell'Olimpico, i sogni di scudetto sono definitivamente accantonati.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Liverpool v AS Roma File Photo

Incidenti Liverpool-Roma: tifoso dei Reds aggredito esce dal coma

Buone notizie per il 53enne picchiato da un gruppo di giallorossi prima della semifinale di andata di Champions

FILES-FBL-WC-2018-TEAM-NAINGGOLAN

Nainggolan verso Inter saluta i tifosi della Roma: "Non ci sto bene. Messo davanti a scelte"

Il giocatore belga risponde su Instagram a un supporter giallorosso che non si rassegna

AS Roma, conferenza stampa di Eusebio Di Francesco

Roma, Di Francesco rinnova fino al 2020: "Felice di continuare questa avventura"

Nella sua prima annata da tecnico giallorosso, ha collezionato 51 panchine, con un bilancio di 29 vittorie, 10 pareggi e 12 sconfitte

Assessore all'urbanistica Pierfrancesco Maran all'uscita di Palazzo Marino

Stadio Roma, Maran: "Non sono eroe, questa è e deve essere la normalità"

Anche l'assessore all'Urbanistica del comune di Milano era stato avvicinato dall'imprenditore, che gli aveva offerto un appartamento in cambio del via libera per realizzare il nuovo stadio del Milan