Domenica 22 Maggio 2016 - 10:45

Roma, assalto al bar dopo finale Coppa Italia: due accoltellati

L'aggressione è avvenuta nel quartiere Prati e un tifoso del Milan è stato arrestato

Due accoltellati dopo la finale di Coppa Italia

Due persone di 26 e 40 anni sono state accoltellate nella notte al termine della finale di Coppa Italia in un bar del quartiere Prati. Una persona è stata arrestata: si tratta di un tifoso del Milan che ha assaltato il bar insieme a un gruppo di una ottantina di compagni. Si trovava infatti a bordo di uno dei pullman incolonnati che ha lasciato l'Olimpico al termine della partita. Dopo aver fatto poca strada, nel quaritere Prati, in via Leone IV, tre di questi pullman si sono fermati e i tifosi sono scesi. Dal mezzo sono spuntati mazze e coltelli che dopo l'assalto sono stati abbandonati sul posto. Nel corso dell'aggressione, due persone sono state accoltellate all'addome e nella notte sono state ricoverate al San Camillo in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita. Non è chiaro se si trattasse di tifosi juventini o di semplici avventori del bar. Subito dopo il fatto, i milanisti sono risaliti in pullman e ripartiti, ma sono stati bloccati dopo pochissimo. La polizia ha rapidamente identificato tutti i presenti e arrestato l'uomo che avrebbe compiuto gli accoltellamenti.

NON SONO IN PERICOLO DI VITA. La prima delle sue persone accoltellate è stata colpita al fianco e alle spalle, la seconda al costato. Sono state ricoverate in due ospedali della zona in codice rosso. Al momento non corrono pericolo di vita e per entrambi la prognosi è riservata.

SEQUESTRATI COLTELLI E MEZZE. Durante le perquisizioni eseguite dopo l'assalto al bar del quartiere Prati ieri sera al termine della finale di Coppa Italia, sono stati sequestrati 7 coltelli e mazze di legno, rinvenuti nei pressi del luogo degli accoltellamenti, mentre all'interno di uno dei pullman è stata rinvenuta un'altra mazza di legno, vari cacciaviti, fumogeni, due 'bomboni', oltre ad hashish e marijuana.
 

ARRESTATO HA 19 ANNI. Si chiama P.K., ha 19 anni, ed è accusato di tentato omicidio l'ultras milanista finito in manette al termine dell'assalto al bar del quartiere Prati di Roma nel corso del quale due persone sono state accoltellate. Altri 71 tifosi milanisti sono stati denunciati e sottoposti alla misura del daspo. La polizia ha identificato tutti i 200 passeggeri che si trovavano a bordo dei pullman che si sono fermati nei pressi del bar assaltato.Sono ancora in corso indagini da parte della polizia per individuare gli altri partecipanti all'aggressione.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

'La battaglia di Irene' - Foto tratta dalla pagina Facebook dell'Associazione Luca Coscioni

'La battaglia di Irene' e l'appello doloroso del marito per l'eutanasia

La donna, morta prima di ottenere il suicidio assistito in Svizzera, è il nuovo volto della campagna promossa dall'associazione Luca Coscioni

Natalia Mesa Bush da Borsalino

Fallita l'azienda Borsalino: respinto concordato Camperio per evitare la bancarotta

Toccherà ora al tribunale e a curatori fallimentari, Stefano Ambrosini e Paola Barisone, decidere come muoversi

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana