Giovedì 18 Maggio 2017 - 21:15

Draghi: La crisi dell'Eurozona è alle nostre spalle, ripresa più solida

Il presidente della Bce all'università di Tel Aviv: "Ora la maggioranza silenziosa ha ritrovato la sua voce"

Draghi: La crisi dell'Eurozona è alle nostre spalle, ripresa sempre più solida

L'Europa è finalmente riuscita a mettersi "la crisi alle spalle" e ora servono riforme strutturali per consolidare crescita e bisogna anche "ritrovare il senso del progetto dell'Unione europea". Lo ha detto il governatore della Bce Mario Draghi in un passaggio del suo intervento all'Università di Tel Aviv, dove gli è stata conferita una laurea honoris causa.

"La crisi è alle nostre spalle - ha aggiunto Draghi - . La ripresa nell'area euro è resiliente ed è sempre più ampiamente distribuita tra settori e Paesi". "La domanda interna, sostenuta dalla politica monetaria della Bce, è il motore principale della ripresa", ha sottolineato.

"Oggi - ha proseguito il governatore della Bce - ci sono cinque milioni di occupati in più che nel 2013 e la disoccupazione, sebbene resti troppo alta, è ai minimi da otto anni". "A livello globale, il sistema finanziario è più resiliente. Le prospettive economiche mondiali stanno a loro volta migliorando e i rischi di indebolimento stanno diminuendo".

"Tuttavia - ha proseguito - quel che ci serve in Europa, per assicurare che la crescita economica e la maggiore prosperità siano sostenute nel corso del tempo, sono le riforme strutturali e un rinnovato senso di scopo dell'Unione europea".

"Ora la maggioranza silenziosa ha ritrovato la sua voce, il suo orgoglio e la fiducia in se stessa", ha detto inoltre Draghi, facendo riferimento agli esiti delle elezioni politiche in Europa. In passato, ha osservato Draghi, "spesso si sentiva solo una opposizione rumorosa". Il presidente della Bce, a Tel Aviv per un dottorato honoris causa, ha aggiunto che "solo mettendo insieme sovranità" l'Europa può vincere le grandi sfide sui temi dell'economia, sicurezza, migrazioni, difesa.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

La testata Automotive News aveva parlato dell'interesse di diversi produttori cinesi per Fiat Chrysler Automobiles

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% annuo

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% su anno

Era dal secondo trimestre del 2011 che il Pil non segnava una crescita così significativa. Genitloni: "Meglio delle pevisioni"

In Uk restano banconote con grasso, alternativa è olio di palma

In Uk restano banconote con grasso, alternativa è olio di palma

Anche dopo le proteste di animalisti e vegani, la Bank of England ha deciso che non modificherà la composizione del polimero 'incriminato'

Torino, disoccupata si dà fuoco

Allarme della Ragioneria: Se salta limite 67 anni pensioni a rischio

Anche la semplice limitazione degli automatismi di accesso alla pensione determinerebbero un indebolimento del sistema pensionistico italiano