Sabato 14 Novembre 2015 - 14:11

Doping, federazione atletica russa: Decisione Iaaf è severa

IMG

Mosca (Russia), 14 nov. (LaPresse/Reuters) - "Credo che il consiglio della Iaaf abbia preso una decisione troppo severa, ma così è stato e ora faremo di tutto per porre rimedio alla situazione". Così Vadim Zelichenok, presidente ad interim della federazione russa di atletica, ha commentato all'agenzia R-Sport la decisione presa ieri sera dalla Iaaf di sospendere la Russia in via provvisoria da tutte le gare internazionali di atletica.

 

 

 

"E' una decisione prevedibile e comprensibile". Così il ministro dello sport russo Vitaly Mutko parlando all'agenzia R-Sport ha commentato la sospensione provvisoria imposta dalla Iaaf alla Russia da tutte le gare internazionali di atletica, dopo lo scandalo legato al doping 'di stato'. "Abbiamo bisogno di capire cosa vogliono e dove vedono le minacce. Svilupperemo una road map comune e proveremo a farlo rapidamente - ha aggiunto - Penso che possiamo fare tutto il lavoro in due o tre mesi". Sulle conseguenza di questa decisione, Mutko ha evidenziato che "non accadrà nulla, l'atletica continuerà il proprio sviluppo, i ragazzi si alleneranno - ha concluso - Salteranno forse un torneo".

 

 

 

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ciclismo, Giro dell’Appennino: Ciccone va in fuga, attacca e vince

Il ciclista di Chieti supera Amaro Antunes e Fausto Masnada allo sprint di Genova

Ancora la Quick Step. Bob Jungels vince a Liegi

Trionfo a sorpresa per il lussemburghese nella "Doyenne". Quinto Pozzovivo poi Gasparotto e Formolo. Nibali non regge nel finale

Ciclismo, giro dell’Appennino: Cunego cerca il tris prima dell’addio

La 79° edizione della classica italiana sarà una delle ultime corse per il veronese, vincitore del Giro 2004. Antonio Nibali guida gli Azzurri di Davide Cassani

Pinot trionfa al Tour of the Alps. L’ultima tappa all'ucraino Padun

Il francese si prende la maglia ciclamino e lancia un messaggio in vista del Giro d’Italia. Tra gli italiani bene Pozzovivo e Aru, Quarto Froome