Lunedì 30 Gennaio 2017 - 14:15

Dolore al petto per Banderas: corsa in ospedale, ma tutto ok

L'attore è stato colpito da un malore mentre stava facendo esercizi fisici

Dolore al petto per Banderas: corsa in ospedale, ma tutto ok

Un forte dolore al petto e la paura. Tanto da chiamare il numero di emergenza e correre in ospedale. È successo ad Antonio Banderas che, secondo quanto riporta il Sun, nella giornata di giovedì ha chiamato i soccorsi. I medici lo hanno ammesso in osservazione al St Peter's Hospital di Chertsey, ma presto è stato dimesso. Ringraziando i medici, la star di Hollywood ha confermato di aver avvertito il forte malore mentre stava facendo esercizi fisici.

Banderas si è trasferito nel Regno Unito nel 2015 per seguire un nuovo progetto professionale. Assieme alla compagna Nicole Kimpel, vive in una tenuta nella contea di Surrey, a poco meno di un'ora da Londra, dal valore di 3,4 milioni di euro. Dopo il divorzio da Melanie Griffith, con cui ha avuto una relazione quasi ventennale, l'attore 56enne ha iniziato a vedersi con la consulente finanziaria olandese, 37 anni, con la quale condivide una delle 200 case di lusso progettate dallo studio tedesco Huf Haus. Fatta di legno e vetro, la casa ha cinque stanze, sauna, palestra e una stanza adibita a cinema.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Photocall del film Ant-Man and The Wasp

"Ant-man and The Wasp" apre Giffoni 2018, Lilly e Rudd: "Parità dei sessi e sguardo ai bimbi in questo Marvel"

Il secondo film dedicato al più piccolo dei supereroi arriverà nelle sale italiane ad agosto

Festival di Venezia 2016

"First Man" aprirà Venezia 75: Chazelle e Ryan Gosling ancora insieme dopo "La La Land"

La storia della missione della Nasa per far sbarcare l'uomo sulla Luna

 Johnny Depp riceve da Joe Perry il Kerrang Inspiration Award.

Johnny Depp raggiunge l'accordo con ex manager: non si andrà a processo

L'attore ha accusato The Management Group di aver gestito male le sue finanze, ma per la società era lui a fare 'spese pazze'