Giovedì 02 Novembre 2017 - 11:15

Doing Business 2018, leadership del Marocco in Africa del Nord

Nel rapporto pubblicato dalla Banca mondiale il regno ha ottenuto un punteggio di 67.91 su 100

Il Marocco conferma la sua leadership nella regione dell'Africa del Nord stando al rapporto Doing Business 2018, pubblicato dalla Banca mondiale. La 15esima edizione del rapporto posiziona infatti il Marocco al 69° posto sui 190 paesi, con un punteggio di 67.91 punti. Quest'anno, quindi, come precisa una nota del governo, "il regno conferma la sua leadership in Africa del Nord" davanti alla Tunisia (88esima), l'Egitto (128esimo) e l'Algeria (166esima). Inoltre, si posiziona al terzo posto tra i Paesi del Mena (Medioriente e Nord Africa), dietro gli Emirati Arabi (21esimi) e il Bahrein (66esimo) e davanti, per la prima volta all'Oman (71esimo). Nel continente africano, continua il comunicato del governo, il Marocco si mantiene al terzo posto dietro le Isole Mauritius (25esime) e il Ruanda (41esimo) e davanti al Botswana (81esimo) e all'Africa del Sud (82esima). Nel rapporto di quest'anno il regno ha ottenuto un punteggio di 67.91 su 100: questo vuol dire, sottolinea la nota, che si trova a un terzo del percorso "verso le migliori prestazioni del mondo" grazie al punteggio ottenuto nella creazione di imprese, il pagamento delle imposte, il commercio transfrontaliero e il rilascio di permessi edilizi. Per contro, il Marocco accusa un ritardo per quanto riguarda gli indicatori di carattere legale e normativo come la procedura d'insolvenza, il recupero crediti, e la protezione degli azionisti di minoranza.

Allo stesso tempo, il regno ha mantenuto la sua posizione nella seconda migliore categoria dei Paesi per la facilità di fare affari in tutto il mondo, ricorda il governo, spiegando che la Banca mondiale ha stabilito cinque categorie di Paesi in cui la prima comprende essenzialmente i Paesi dell'Ocse.

Per quanto riguarda l'indicatore sulla creazione di impresa, la Banca mondiale ha tenuto conto della riduzione del tempo per avviare un'impresa, a seguito della semplificazione delle procedure burocratiche con l'utilizzo di un Sistema integrato di tassazione. Per quanto riguarda invece l'indicatore del pagamento di tasse e imposte il rapporto accoglie con favore lo snellimento delle procedure di pagamento grazie alla semplificazione e la generalizzazione delle procedure di pagamento elettronico delle imposte sulle società, dell'imposta sul reddito e della tassa sul valore aggiunto, oltre ai contributi alla sicurezza sociale, al miglioramento e al rafforzamento dei servizi on line.

Gli esperti della banca mondiale hanno anche preso in considerazione gli argomenti presentati in materia di protezione degli azionisti di minoranza, in termini di rafforzamento dei diritti degli azionisti e della governance all'interno delle aziende e della richiesta di maggiore trasparenza.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

U.S.-NEW YORK-UNICEF-JUSTIN FORSYTH

Unicef, molestie a colleghe: si dimette il vice direttore

I comportamenti inappropriati risalgono a quando Justin Forsyth era il numero uno di Save The Children

Bruxelles, la conferenza stampa di Jean Claude Juncker

Elezioni, Juncker: "In Italia pronti a un governo non operativo"

L'allarme del presidente della Commissione Europea

Siria, bombardamenti contro le roccaforti ribelli

Siria, almeno 13 morti in bombardamenti su Goutha

Negli scorsi giorni i morti civili sono stati circa 335, di cui oltre 65 bambini