Martedì 03 Maggio 2016 - 12:30

Doina Matei, sentenza su semilibertà dopo foto Facebook

La giovane uccise nel 2007 una ragazza nella metropolitana di Roma con un colpo di ombrello

Doina Matei, sentenza su semilibertà dopo foto Facebook

Il tribunale di Venezia decide oggi sul ripristino o meno del regime alternativo al carcere per Doina Matei, la giovane condannata per aver ucciso con un colpo di ombrello una ragazza nella metropolitana di Roma. I fatti risalgono al 2007: per la morte di Vanessa Russo, Matei venne condannata a 16 anni di carcere. Dopo aver scontato metà della pena, la trentenne di origini romene ha ottenuto la semilibertà e ha cominciato a lavorare fuori dal carcere. Il mese scorso dopo le polemiche suscitate dalla pubblicazione su Facebook di alcune fotografie che la ritraevano sorridente in spiaggia, alla giovane è stata sospesa la semilibertà. I giudici devono decidere se rendere la revoca definitiva. La procura ha chiesto il ripristino della semilibertà, e la stessa richiesta è arrivata dal difensore della giovane, Nino Marazzita.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FILES-ITALY-POLITICS-NAPOLITANO-HEALTH

Napolitano dimesso dall'ospedale San Camillo di Roma

Era ricoverato dal 24 aprile dopo il malore e l'operazione al cuore

Corteo e flash mob Non una di meno in occasione del 40esimo anniversario della 194

Aborto, nel 2016 meno della metà del 1982: tutti i dati

Una donna su tre è straniera, il 60% delle strutture ospedaliere lo pratica, 7 su 10 i medici obiettori

Corteo e flash mob Non una di meno in occasione del 40esimo anniversario della 194

Quarant'anni di 194: ma l'aborto rischia di tornare alle mammane

Molte ombre sull'applicazione: obiezione di coscienza, Ru486, contraccezione. E il lavoro di una lobby europea che vuole tornare indietro sui diritti