Giovedì 11 Maggio 2017 - 11:15

Dj Fabo, niente archiviazione per Cappato. Gip vuole approfondire

Accusato di aiuto al suicidio per aver accompagnato Fabiano Antoniani in Svizzera. Fissata l'udienza il 6 giugno prossimo

Dj Fabo, niente archiviazione per Marco Cappato. Il legale: Il gip vuole approfondire

Il gip di Milano Luigi Gargiulo per il momento non ha accolto la richiesta di archiviazione presentata dalla Procura di Milano per il segretario dell'associazione Luca Coscioni Marco Cappato, accusato di aiuto al suicidio per  aver compagnato Fabiano Antoniani, Dj Fabo, in Svizzera dove il 40enne milanese, diventato cieco e tetraplegico a seguito di un incidente, ha scelto di morire nella clinica Dignitas'. Il gip ha scelto di fissare un'udienza di discussione tra le parti, alle quali ha notificato la convocazione per il 6 luglio, ma non ha semplicemente respinto al richiesta dei pm milanesi Tiziana Siciliano e Sara Arduini. Dopo questa udienza, il gip potrà accogliere l'archiviazione o respingerla e disporre l'imputazione coatta.

"Quella di fissare un'udienza camerale prima di decidere se archiviare o andare avanti era una decisione nelle possibilità del giudice per le indagini preliminari e noi eravamo in attesa. È comunque un segnale positivo, perché significa che vuole approfondire". È questo il commento dell'avvocato Filomena Gallo, difensore di Marco Cappato, alla decisione del gip di non archiviare.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Quattro letti e gamberetti a pranzo: il gatto Gerry eredita 30mila euro

Il felino è stato citato nel testamento della sua anziana padrona. Ora i familiari della donna dovranno provvedere al "mantenimentodel suo benessere"

Vento fino a 200 km/h: due morti e due feriti, disagi in tutta Italia

Sono stati 1226 gli interventi dei vigili del fuoco per alberi sradicati. Difficili i collegamenti con le isole minori della Toscana

Napoli, processo Silvio Berlusconi  per corruzione

Caso Consip, archiviate indagini su Woodcock e Sciarelli

Il pm era indagato per falso e, insieme alla giornalista, per rivelazione del segreto d'ufficio. Continuano le indagini su altre 12 persone

Sentenza processo Emilio Fede

Avvocatessa col velo cacciata dall'aula del Tar di Bologna

Aveva il volto scoperto. Le è stato impedito di seguire il processo. Origini marocchine, da 25 anni in Italia dove si è laureata: "Non mi era mai successo"