Mercoledì 25 Ottobre 2017 - 09:00

Distrutta la stella di Bob Marley sulla Walk of Fame: è caccia al colpevole

Il cantante giamaicano padre del reggae era stato premiato nel 2001

Distrutta la stella di Bob Marley sulla Walk of Fame - Foto tratta dal profilo Twitter di Ana Martinez

La Camera di Commercio di Hollywood (Hcc) ha chiesto al dipartimento di polizia di Los Angeles di identificare e arrestare il vandalo che ha distrutto la stella di Bob Marley sulla Hollywood Walk of Fame. Secondo Ana Martinez del Hcc, che ha postato su Twitter una foto della stella danneggiata, la piastrella sembra essere stata colpita da qualcosa di pesante, tipo una mazza, ed è stata completamente distrutta. Martinez, citata dalla Cbs, ha fatto sapere che la stella sarebbe stata riparata dalla Hollywood Historic Trust con una spesa di quasi 3mila dollari. "Perché qualcuno dovrebbe fare una cosa del genere alla stella di Bob Marley? Aiutatemi a capire. La Walk of Fame è un punto di riferimento storico! E' stato un gesto davvero irrispettoso”, ha scritto Martinez nel tweet.

 

 

Bob Marley, cantante e cantautore giamaicano, noto a livello internazionale per aver diffuso la musica reggae in tutto il mondo, è stato premiato con la stella nel febbraio 2001, a circa 20 anni dalla morte avvenuta l'11 maggio 1981.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Foto tratta dalla pagina Facebook degli AC/DC

Morto Malcolm Young, chitarrista e cofondatore degli AC/DC

Scomparso a 64 anni dopo una lunga malattia

Zucchero, 30 anni di carriera con 'Wanted': "Ora nuovo capitolo"

E dopo cinque anni, durante i quali in Italia ci sono stati solo gli show all'Arena di Verona, Fornaciari torna in tour

Sergio Sylvestre festeggia il Natale: esce 'Big Christmas'

Undici canzoni tipiche del periodo delle feste per tenere compagnia ai suoi fan sotto l'albero

Gianni Morandi al 40° album: "Mi piace ancora cantare l'amore"

Il traguardo con 'd'amore d'autore'. Il cantante chiama a raccolta otto autori per mettere in musica il "motore di tutte le cose"