Sabato 31 Dicembre 2016 - 17:45

Obama: Resterò al fianco degli americani anche da cittadino

Il presidente uscente promette di continuare a lottare per i diritti di tutti

Discorso di fine anno di Obama: Resterò al fianco degli americani

"E' stato il più grande privilegio della mia vita essere il vostro presidente. E mentre mi preparo ad assumere l'ancora più importante incarico di cittadino, voglio sappiate che sarò con voi a ogni curva del cammino". Ultimo discorso dell'anno del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, che si prepara a concludere i suoi otto anni alla Casa Bianca, cedendo il testimone al successore eletto, il repubblicano Donald Trump, che diventerà il 45esimo presidente americano il 20 gennaio, dopo la cerimonia di insediamento a Washington. Nel discorso settimanale del sabato, diffuso dalla Casa Bianca, Obama ha promesso che resterà a fianco dei cittadini americani per assicurarsi che nel futuro siano rispettati i due principi fondamentali del Paese: che tutti i cittadini sono creati uguali e hanno diritto a perseguire la felicità e tentare di realizzare i sogni. Nel suo discorso, Obama ha sottolineato i successi conseguiti negli otto anni di presidenza in politica internazionale, mediante la diplomazia. Tra essi, il ripristino delle relazioni con Cuba, l'accordo di Parigi sul cambiamento climatico e l'accordo sul nucleare iraniano, siglato con Teheran nel luglio 2015. "Attraverso la diplomazia, abbiamo messo fine al programma di armi nucleari dell'Iran, abbiamo aperto un nuovo capitolo con il popolo di Cuba e riunito quasi 200 nazioni attorno a un accordo climatico che potrebbe salvare il pianeta per i nostri figli", ha sottolineato Obama, che ha poi menzionato le sue vittorie in materia di antiterrorismo, come l'uccisione del leader di al-Qaeda Osama bin Laden, e che sotto il suo governo si è passati da un'economia in crisi a cifre macroeconomiche ragionevolmente buone, con una maggior creazione di posti di lavoro e politiche per la riduzione della povertà. A proposito di politica interna, Obama ha difeso la riforma sanitaria approvata nel 2010, che durante la campagna elettorale Trump ha promesso di cancellare e dopo la vittoria ha detto che modificherà mantenendo le riforme che favoriscono i settori più deboli della popolazione. L'Obamacare prevede l'obbligo di avere una assicurazione medica e ha fornito copertura sanitaria a circa 20 milioni di persone. È considerata uno dei maggiori successi del presidente Obama. Per difendere questa legge, Obama si riunirà il 4 gennaio con i democratici al Congresso, per elaborare una strategia di protezione della riforma sanitaria. Il presidente dovrebbe pronunciare un discorso anche il 10 gennaio a Chicago, la città in cui iniziò la sua carriera politica.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bergamo, La Coop Sul Serio batte la crisi: quando i lavoratori salvano le aziende dal fallimento

Onu: "Le donne guadagnano il 23% meno degli uomini. È il più grande furto della storia"

Il dato emerge dalla campagna #StopTheRobbery ed è specchio di una situazione diffusa in tutto il mondo

Sami Anan

Egitto, ex capo di stato maggiore Sami Anan si candida a presidenziali

Sfiderà l'attuale presidente Abdel Fattah al-Sisi

Usa, un anno di Trump: tra scandali e promesse mantenute

Al termine del primo anno di governo l'immagine del presidente degli Stati Uniti nel mondo è peggiore di quanto non sia mai stata quella dei suoi due predecessori

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile